Home Salute e Benessere Colazio e orzaiolo: differenza, cause, terapia, impacchi

Colazio e orzaiolo: differenza, cause, terapia, impacchi

Ogni palpebra contiene in media 25 ghiandole sudoripare modificate che corrono verticalmente e drenano appena dietro le ciglia.
Queste ghiandole producono costantemente una piccola quantità di liquido grasso sottile. Questo grasso normalmente agisce per sigillare il film lacrimale sulla parte anteriore dell’occhio, impedendo alle lacrime di evaporare prematuramente.

Quando una di queste ghiandole si blocca, questo grasso “liquido” si solidifica. La ghiandola si gonfia e diventa rossa.

Dopo un paio di giorni è murata in una protuberanza sulla palpebra.
È importante che questa ghiandola si scarichi attraverso la sua apertura naturale prima che venga infettata.
Altrimenti il ​​”grasso” nella ghiandola gonfia si trasforma rapidamente. Sfonda la pelle, cicatrizza la traccia di deflusso ed è necessario l’intervento chirurgico per asportarlo e per risolverlo.

Colazio e orzaiolo:quale differenza

Un calazio non è la stessa cosa di un orzaiolo, sebbene i termini siano spesso usati in modo intercambiabile.
Uno orzaiolo, denominato clinicamente hordeolum, è una protuberanza nella palpebra che si verifica quando una ghiandola sebacea viene infettata, un’infezione dunque. È come un piccolo ascesso o “ebollizione” sul bordo della palpebra.
Un calazio è un accumulo di materiale nella palpebra a causa di una ghiandola sebacea bloccata invece.

La maggior parte delle colazio e dell’orzaiolo si risolvono da sole entro diversi giorni o una settimana, ma a volte possono essere necessari mesi per scomparire completamente senza un trattamento adeguato.
Impacchi caldi sulla zona interessata possono favorire il drenaggio della ghiandola ostruita.

Possono essere necessari colliri antinfiammatori, pomate o un’iniezione nella protuberanza se i trattamenti tradizionali non invasivi sono inefficaci.

Gli antibiotici orali possono essere utilizzati anche se il calazio o l’orzaiolo sono associati a infezione batterica dei tessuti palpebrali circostanti. Un calazio o orzaiolo grande, gonfio o persistente potrebbe richiedere un drenaggio chirurgico.

Colazio e orzaiolo: terapia, impacchi

I trattamenti tradizionali per l’orzaiolo sono efficaci al 95%, il che significa che solo 1 su 20 dei pazienti che prendono quest’infezione, avranno bisogno di escissione chirurgica.

Usa un impacco caldo a base di riso. Esistono anche delle compresse a base appunto di riso, ampiamente disponibili in una varietà di dimensioni. Oppure puoi crearne uno!
Funzionano alla grande se entrambi gli occhi sono colpiti.
Metti i tuoi impacchi nel microonde per 1-2 minuti o comunque devono essere caldi ma non troppo, abbastanza da poterli applicare sulle palpebre. Questo è un buon metodo adeguato per convertire il grasso denso che causa l’infezione in un liquido, proprio come fosse burro fuso.
Il materiale sulla punta della ghiandola, appena dietro le ciglia, raramente si scioglie: si comporta come un tappo e devi stapparlo! Premere delicatamente dalla base del calazio verso le ciglia per 30-60 secondi aiuterà ad allentare il tappo.
Ripeti questa procedura quattro volte al giorno, quattro giorni consecutivi. Se il calazio non si attenua allora fermati. Hai fatto del tuo meglio.

È altamente improbabile che il trattamento medico funzioni meglio per questo problema. La lesione deve essere asportata chirurgicamente (non solo drenata), iniettata con uno steroide o entrambi i casi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Covid 19. Nuovo test sulla saliva, più efficace ecco perchè

Covid 19, da oggi un nuovo test rapido sulla saliva. E' più efficace e valuta anche la gravità della malattia qualora fosse presente nel...

Covid 19, la Lombardia a un punto “critico”. Superati i 4000 casi

Covid 19, la Lombardia si starebbe forse avvicinando a cambiare colore. Ma e' forse la cosa che spaventa meno. I contagi stanno salendo. Oggi...

Passeggiata in Valle San Martino tra Lecco e Bergamo, 7 marzo 2021

Alla scoperta di Valle San Martino e dintorni Domenica 7 marzo 2021 non perdete la passeggiata organizzata dall'Associazione Gite in Lombardia alla scoperta di Valle...

Trekking al Monte Chiusarella (Varese), 6 marzo 2021

Evento green al Monte Chiusarella, ecco come partecipare Il 6 marzo 2021 l'Associazione Gite in Lombardia ha organizzato un trekking alla scoperta della biodiversità presso...

Ciaspolata in Val di Mello, 28 febbraio 2021

Ciaspolata in Val di Mello, ecco come partecipare Domenica 28 febbraio 2021, l'Associazione Gite in Lombardia ha organizzato una ciaspolata in Val di Mello assolutamente...