Home Eventi "A qualcuno piace caldo" domenica 6 dicembre conferenza spettacolo

“A qualcuno piace caldo” domenica 6 dicembre conferenza spettacolo

A qualcuno piace caldo. No, non è il titolo di un film. Ma di una conferenza climatica sul clima che cambia che si terrà on line il prossimo 6 dicembre. Si parlerà di clima che cambia e ovviamente delle conseguenze sulla terra. Tutto in chiave spettacolo. Si tratterà di un racconto in jazz sul cambiamento climatico. La rappresentazione sarà presieduta da il Piano Aria e Clima del Comune di Milano. L’intero spettacolo è nato dall’idea geniale di Stefano Cesarini, titolare del corso di Mitigazione dei Cambiamenti Climatici al Politecnico di Milano. Sarà possibile seguire tutto attraverso alla rete a distanza. Basterà collegarsi al canale youtube del comune di Milano alle ore 19.00 di domenica 6 dicembre.

A qualcuno piace caldo, uno spettacolo su temi “scottanti”

Un evento assolutamente imperdibile per un’idea davvero originale. Chi aveva mai pensato a questo titolo per parlare, sotto la chiave ipnotica della musica jazz, di cambiamenti climatici? Sicuramente lo spettatore fisserà nella memoria le i momenti salienti dell’evento. Nonchè i punti focali che rappresentano un pericolo per il nostro pianeta. La musica fa da collante. Sembra banale, ma è davvero la ricetta perfetta per tenere a mente i punti toccanti e assolutamente non irrilevanti del contesto. Si parlerà del cambiamento climatico in chiave puramente scientifica. Impastando i discorsi ad hoc con l’arte della musica e il brivido del jazz. Immagini, animazioni e video faranno da contorno all’intera scena. Come stiamo affrontando il disagio globale singolarmente e collettivamente? Sarà uno degli spunti di domanda sul tema. Il concerto, come detto, sarà on line. Fa parte di una delle tappe del percorso di partecipazione per il Piano, Aria e Clima. Amat, Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio, coordinerà l’intera rappresentazione.

Cambiamenti climatici, un tema dimenticato?

Abbiamo ormai dimenticato temi rilevanti come il cambiamento climatico. L’emergenza sanitaria in atto e tutte le precauzioni e pericoli correlati, ci hanno fatto accantonare temi che sono tutt’altro che da sottovalutare. La serata di domenica sarà un modo per rimettere tutto in primo piano. Con la speranza che disagi come questo non restino nel dimenticatoio…

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Come lavorare da Douglas? Requisiti, stipendio, candidatura, recensioni e opinioni

Per gli amanti di profumi creme e cosmetici il sogno più grande è quello di lavorare in questo ambiente, per conciliare al meglio il...

Come lavorare da Alberta Ferretti? Requisiti, stipendio, candidatura, recensioni e opinioni

Gli amanti della moda, degli abiti da cerimonia e del luxury in generale, spesso provano a fare carriera in quest’ambito per coniugare al meglio...

Quanto guadagna un ginecologo? Tutte le cifre

La figura del ginecologo riveste una grande importanza nel panorama delle professioni sanitarie. Il ginecologo è la figura a cui ci si rivolge durante...

Come lavorare da Massimo Dutti? Requisiti, stipendio, candidatura, recensioni e opinioni

Per gli amanti della moda il sogno più grande è quello di lavorare in questo ambiente, per conciliare al meglio il lavoro con la...

Come lavorare da Dior? Requisiti, stipendio, candidatura, recensioni e opinioni

Gli amanti della moda, dei gioielli di lusso e del luxury in generale, spesso provano a fare carriera in quest’ambito per coniugare al meglio...