Home Salute e Benessere Tinta semipermanente: ecco tutte le info utili

Tinta semipermanente: ecco tutte le info utili

Non c’è niente in grado di portare novità al proprio aspetto fisico come cambiare il colore dei capelli. Che si abbi voglia di stravolgere il proprio look, di seguire l’ultima tendenza della moda o di provare qualcosa fuori dagli schemi, tutti prima o poi si sono rivolti a una tinta. Nel mondo dei capelli esistono diversi tipi di tinte, alcune più invasive e altre più delicate. Rientrano in questa categoria le tinte semipermanenti, che come dice il nome stesso assicurano un nuovo look, ma permettono in poche settimane di tornare al proprio colore di base. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questo tipo di colorazione.

I vantaggi della tinta semipermanente

Il motivo per cui questo tipo tipo di tinta è la più usata è anche il suo vantaggio principale. Se, infatti, avete paura che il cambiamento di colore sia troppo drastico, e vi siete chieste la tinta semipermanente quanto dura, tirate un sospiro di sollievo. Questo tipo di colorazione ha una durata breve, di circa otto settimane, passate le quali il colore sbiadisce con i lavaggi e i capelli tornano al colore base. Ovviamente, si tratta di un principio generale, e molto dipende anche dal colore che si sceglie di usare e da quanto sia acceso e diverso rispetto alla base di partenza.

Inoltre, la colorazione capelli semipermanente viene preferita per la sua sensibilità agli ingredienti rispetto alla sua tinta tradizionale, che spesso può essere aggressiva sulla cute per via dell’ammoniaca. La tinta semipermanente sostituisce questo componente con un fattore chimico chiamato attivatore del colore, che in versione depotenziata rende questa colorazione meno aggressiva.

Le tinte semipermanenti possono essere usate per molteplici scopi. Sono ottime, per esempio, come riflessanti dopo una tinta permanente, nel caso si abbia bisogno di riprendere il colore prima della colorazione seguente o per ravvivare il colore un po’ spento. Questa tinta è perfetta anche per coprire i capelli bianchi, soprattutto all’inizio per abituarsi a vedersi con un nuovo colore in testa.

Consigli e accortezze per non rovinare i capelli

Nonostante la tinta semipermamente sia un prodotto meno invasivo della tinta classica, un uso eccessivo o scorretto può portare comunque i capelli a rovinarsi. Come fare allora, per evitare danni permanenti, ma continuare a divertirsi con colori nuovi?

Prima di tutto, evitare di tingere il capello troppo spesso. Meglio aspettare qualche settimana tra una colorazione e l’altra, così che il capello possa riposare e ricostituirsi, ance con l’aiuto di balsami e maschere. Inoltre, se si vuole colorare i capelli, è bene evitare di sottoporre i capelli ad altri trattamenti chimici, come permanenti e striature. L’unione degli elementi della tinta con quelli dei trattamenti, infatti, potrebbero sfibrare e spezzare i capelli e costringervi alla decisione drastica di tagliarli.



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Legge 104, in arrivo un aumento e gli arretrati: almeno 105 euro in più, chi può essere contento?

Gli sgravi della Legge 104 prevedono per i beneficiari aumenti e arretrati. Esaminiamo le specifiche di questa sorprendente eventualità. Determinare i requisiti per i titolari...

Azioni Exxonmobil: oggi, storico, previsioni 2022

Exxon Mobil Corporation è una compagnia impegnata nel settore energetico; il core business della società è l'esplorazione e la produzione di petrolio...

Umidità di risalita: quando si manifesta e come eliminarla definitivamente

L'umidità di risalita è un problema molto comune che ha come conseguenza quella di aggravare il degrado di un immobile molto rapidamente. Il fenomeno...

La versatilità delle strisce Led, ecco perché sceglierle

Le strisce Led rappresentano il miglior sistema di illuminazione più utilizzato negli ultimi anni presente in commercio, ideali per illuminare qualsiasi luogo, sia domestico,...

Covid 19: sarà riconosciuto come malattia professionale per i sanitari

Arriva finalmente una decisione che in molti aspettavano da tempo; la commissione UE ha stabilito che il Covid 19 è una malattia professionale per...