Home Eventi Raffaello e Giuseppe Bossi in mostra a Milano, fino al 19 febbraio...

Raffaello e Giuseppe Bossi in mostra a Milano, fino al 19 febbraio 2021

Fino al 19 febbraio 2021, non perdete l’appuntamento con la mostra dedicata a Raffaello e Giuseppe Bossi, presso il celebre Castello Sforzesco a Milano. L’esposizione è curata da Claudio Salsi in collaborazione con Alessia Alberti, Giovanna Mori e Francesca Tasso.

In mostra disegni, incisioni e maioliche rinascimentali tratte da invenzioni dell’Urbinate, grazie a nuove ricerche e studi indirizzati alla figura di Giuseppe Bossi, collezionista, disegnatore e pittore, nel segno di Raffaello. La mostra è visitabile anche virtualmente. 

Orari di apertura

Dalle ore 10:00 alle 17:30

Costo del biglietto

Ingresso gratuito

N.B. Ricordiamo che a causa dell’emergenza sanitaria gli orari di apertura potrebbero cambiare in qualsiasi momento. Vi consigliamo di tenere sotto controllo il sito internet di riferimento del Castello Sforzesco.

Chi era Giuseppe Bossi

Giuseppe Bossi (Busto Arsizio, 11 agosto 1777 – Milano, 9 dicembre 1815) è stato un pittore, scrittore e collezionista d’arte italiano. 

Fu uno dei protagonisti del neoclassicismo milanese accanto a Ugo FoscoloGiuseppe PariniAlessandro Manzoni e Carlo Porta. Nonostante fosse anche letterato, poeta e disegnatore di rilievo, viene soprattutto ricordato per le sue opere pittoriche. 

Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Brera, una borsa di studio a Roma gli permise di venire a contatto con i grandi modelli della pittura rinascimentale e della statuaria classica frequentando artisti come Antonio CanovaFelice Giani e Angelika Kauffmann. 

Rientrato a Bologna, nel 1801 fu nominato segretario dell’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Nel 1802 compì un viaggio a Parigi insieme all’incisore monzese Giuseppe Longhi e vi frequentò l’ambiente artistico. Tornato in Italia, nel 1803 curò la redazione del nuovo Statuto di Brera introducendo sostanziali riforme e novità nell’insegnamento accademico e portando in breve questo istituto ad avere un ruolo preminente nella determinazione del gusto del tempo in Italia settentrionale. Con lo stesso Statuto fu dato grande impulso alla Pinacoteca di Brera, che venne dotata del suo primo nucleo di opere. Ricoprì tale incarico fino al 1807 anno in cui, con sua grande amarezza, rassegnò le dimissioni. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Chi è Yvonne McGuinness, moglie di Cillian Murphy? Età, film arte, figli, Instagram

Da quando la serie tv Peaky Blinders è diventato un vero cult del piccolo schermo, è cresciuta anche la fama dell'attore protagonista. Il bel...

Emergono nuovi dettagli sulla serie TV “John Wick”

Mentre attendiamo il quarto e il quinto film dell'amato franchise d'azione "John Wick" sempre più dettagli stanno finalmente iniziando ad emergere sulla serie spinoff...

I taralli artistici di Callipo: illustrazioni ispirate alle favole di Esopo e packaging sostenibile

Artigianalità, design e sostenibilità. È questo il mix che sintetizza i Taralli scaldati Callipo, un prodotto di alta qualità realizzato a mano con un...

The Falcon and the Winter Soldier (Faws): serie più vista di aprile 2021

Non c'è nessuna serie originale di Netflix lanciata ad aprile che può eguagliare i livelli di audience su Disney+ di "The Falcon and the...

Alce Nero presenta la nuova linea dei Bisco Gelati

Con l'estate alle porte, Alce Nero presenta una nuova linea di gelati che promette di conquistare grandi e piccini. Fragranti e cremosi, i nuovi...