Home Animali Lavaggio cani: come si fa il bagno e ogni quanto va fatto

Lavaggio cani: come si fa il bagno e ogni quanto va fatto

Tutti i proprietari dei cani sanno che è importantissimo curare l’igiene del proprio animale, soprattutto per quanto riguarda la pulizia del pelo. Un manto poco pulito, infatti, può portare molti problemi alla pelle, per non parlare di una facile invasione di pulci e zecche. Per quanto sia necessario portare il cane a fare una toelettatura da un professionista almeno un paio di volte l’anno, lavare il cane a casa è qualcosa che possiamo fare anche noi.

Molti sono timorosi nel lavaggio cani casalingo, proprio per paura di poter rovinare il pelo o di irritare la pelle. In realtà, non si corre nessun rischio se si scelgono i prodotti giusti, e se si seguono alcuni accorgimenti quotidiani. Scopriamo nel dettaglio tutto quello che bisogna fare per lavare il cane in sicurezza.

Ogni quanto lavare il cane e come fare il bagno al cane

La cosa più importante da tenere a mente è che il cane non è come noi, e non ha bisogno di lavarsi spesso. Non bisogna lavare il nostro animale troppo di frequente e non bisogna assolutamente usare prodotti comuni, perché si rischia di rovinare gli oli naturali della sua pelle, compromettendone il pH. Ovviamente dipende molto anche dal tipo di cane e dal suo manto.

Se il cane ha un pelo molto lungo e folto sarà necessario lavarlo una volta al mese, se ha un pelo di media lunghezza va bene anche un mese e mezzo, se invece il pelo è corto basta lavarlo ogni due o tre mesi. Alcune razze poi, come il samoiedo o il border collie, hanno quello che si definisce pelo autopulente, ovvero che è in grado di mantenersi da solo senza rovinarsi e fare cattivo odore. In questo caso, basta lavarlo ogni quattro/cinque mesi (a meno che il cane non si sia sporcato con sabbia o fango), mentre è fondamentale spazzolarlo spesso.

Come abbiamo accennato, è molto importante lavare il cane con lo shampoo apposito, formulato per il suo tipo di pelo o di razza. Se non sapete quale sia il prodotto migliore, potete chiedere consiglio al veterinario, all’allevatore che vi ha venduto il cucciolo o al vostro toelettatore di fiducia.

Regole quotidiane per prendersi cura del proprio cane

Oltre al lavaggio periodico, ci sono altre pratiche importanti per prendersi cura del pelo del cane ed evitare che si rovini o si ammali. Prima di tutto, spazzolare il cane è molto importante per diversi motivi. Con la spazzola leviamo i nodi, il pelo vecchio e l’accumulo di elementi nella pelliccia, soprattutto se è un animale che passa molto tempo all’aria aperta.

Il cane con il pelo lungo andrebbe spazzolato almeno un paio di volte a settimana, mentre per il cane a pelo corto una volta è sufficiente. Inoltre, è bene avere sempre a portata di mano uno shampoo secco delicato e specifico per i cani: non può sostituire lavaggio e toelettatura, ma sicuramente è un valido alleato per momenti d’emergenza igienica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Alessandro Rossi: chi è, Francesca Cipriani, lavoro, età, ingresso Gf Vip

Alessandro Rossi è un imprenditore edile, di 30 anni, che lavora per molti personaggi famosi. In realtà, però, la sua popolarità è legata alla sua...

Crisi retail e come combatterla

A raccontare della crisi che sta intaccando il settore retail e come combatterla è Massimo Perin, titolare di Equipe Project. È ormai evidente come questo...

Materassi di qualità in offerta: cosa può esserci di meglio?

Scegliere un buon materasso è il regalo più bello che possiamo fare alla nostra schiena e al nostro collo, oltre che alla nostra salute...

Cane Lingua Blu, che razza è? Prezzo, allevamenti, carattere, alimentazione

Cane ciao ciao: chow chow cucciolo Il cane chow chow è una delle razze di cani cinesi più antiche ed è per questo difficile risalire...

Prurito acquagenico, come si manifesta? Sintomi, cure, abbronzatura, linfome

Allergia all'acqua: prurito dopo doccia Il prurito dopo la doccia acquagenico è un disturbo, riconosciuto per la prima volta negli anni ottanta, che consiste nel...