Home Food Sicurezza alimentare: controlli serrati in Repubblica Ceca

Sicurezza alimentare: controlli serrati in Repubblica Ceca

Solo 10 dei quasi 800 campioni prelevati durante le ispezioni sulla sicurezza alimentare non erano conformi, secondo i risultati pubblicati dal Ministero della Salute nella Repubblica Ceca. Da agosto a ottobre 2017 le Stazioni Igieniche Regionali (KHS) hanno effettuato i controlli mirati per verificare la sicurezza degli alimenti. Il Ministero della Salute ha pubblicato i risultati questo mese.

L’attenzione si è concentrata sul cibo preparato senza trattamento termico come frutta e verdura fresca ed erbe aromatiche fresche distribuite in luoghi che forniscono servizi di ristorazione. Sono state controllate anche frutta e verdura congelate. L’KHS ha eseguito 405 ispezioni in 399 esercizi commerciali e sono stati prelevati 775 campioni.

Sono stati prelevati un totale di 387 campioni per la contaminazione microbiologica con Listeria monocytogenes, E. coli, Salmonella, Yersinia enterocolitica e il numero totale di microrganismi e 388 campioni per l’esame virologico. Il norovirus non è stato rilevato nei campioni testati per i virus. Dei test per l’esame microbiologico, 10 campioni non sono andati a buon fine. In cinque casi, è stato riscontrato un numero totale elevato di microrganismi: nei lamponi congelati, nelle carote fresche, nella zucca appena affettata, in un’insalata con cavoli e carote e nell’insalata di cetrioli a fette.

In tre occasioni, E. coli è stato rilevato in insalate di verdure e Yersinia enterocolitica è stata trovata in un’insalata di cavolo cappuccio con carote e in un’insalata di verdure di pomodori freschi, cetrioli e condimento.

Cibo sfuso, come comportarsi

I funzionari hanno affermato che poiché non vi è alcun trattamento termico e le stoviglie sono destinate al consumo diretto, è importante fare attenzione all’igiene personale e lavarsi accuratamente le mani quando si entra in contatto con cibi non confezionati, lavare adeguatamente frutta e verdura, mantenere tutti gli utensili puliti e in buone condizioni, lavare i piani di lavoro per tagliare accuratamente frutta e verdura per evitare la contaminazione incrociata durante la preparazione del cibo e rispettare le corrette condizioni di temperatura durante la conservazione.

Da luglio a novembre 2019, KHS ha verificato le norme sanitarie dei pasti sottovuoto serviti negli stabilimenti che forniscono servizi di ristorazione. KHS ha eseguito 167 ispezioni in 164 punti di ristorazione e 171 campioni sono stati prelevati per l’esame microbiologico. Solo quattro non soddisfacevano i criteri stabiliti.

Controlli sulla carne

All’inizio di questo mese, gli ispettori dell’Amministrazione veterinaria statale (SVS) hanno contribuito ad individuare un veicolo che trasportava 250 chilogrammi di pollame e carne di origine sconosciuta in condizioni descritte dai funzionari come “inadatte”. Hanno trovato quasi 40 sacchetti di plastica di pollame non chiusi adeguatamente e una cassa con 15 chilogrammi di manzo e maiale non confezionati. Il veicolo non era pulito, parzialmente danneggiato e non era dotato di impianto di raffreddamento. Su richiesta, l’autista non ha presentato documenti sull’origine dei prodotti animali.

Gli ispettori veterinari hanno deciso di smaltire i prodotti. I trasgressori possono incorrere in una multa fino a 50 milioni di corone ceche (2,3 milioni di dollari USA). Nel gennaio di quest’anno, gli ispettori SVS hanno scoperto più di 70 chilogrammi di frutti di mare e prodotti a base di carne trasportati in condizioni inadeguate e non conformi alle temperature richieste, durante un’ispezione congiunta.

Gli ispettori veterinari hanno scoperto che il veicolo trasportava quasi 73 chilogrammi di alimenti di origine animale senza etichettatura o prova dell’origine. L’autore del reato inoltre non aveva la registrazione richiesta dall’amministrazione veterinaria regionale per il trasporto di tali prodotti.

I frutti di mare confezionati congelati costituivano la maggior parte del carico con quasi 40 chili, ma era presente anche pollame non confezionato trasformato, prodotti a base di carne non contrassegnati e carne di maiale non confezionata. Gli ispettori veterinari hanno smaltito tutti i prodotti alimentari di origine sconosciuta. I trasgressori possono incorrere in una multa fino a 1 milione di corone ceche (4.700 USD).



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Cipralex: recensioni, conseguenze cerebrali, effetti collaterali, gocce

Le persone cercano anche il cipralex danneggia il cervello tvil cipralex danneggia il cervello e il cipralex danneggia il cervello filmil cipralex danneggia il cervello 2020 il...

Legge 104, in arrivo un aumento e gli arretrati: almeno 105 euro in più, chi può essere contento?

Gli sgravi della Legge 104 prevedono per i beneficiari aumenti e arretrati. Esaminiamo le specifiche di questa sorprendente eventualità. Determinare i requisiti per i titolari...

Azioni Exxonmobil: oggi, storico, previsioni 2022

Exxon Mobil Corporation è una compagnia impegnata nel settore energetico; il core business della società è l'esplorazione e la produzione di petrolio...

Umidità di risalita: quando si manifesta e come eliminarla definitivamente

L'umidità di risalita è un problema molto comune che ha come conseguenza quella di aggravare il degrado di un immobile molto rapidamente. Il fenomeno...

La versatilità delle strisce Led, ecco perché sceglierle

Le strisce Led rappresentano il miglior sistema di illuminazione più utilizzato negli ultimi anni presente in commercio, ideali per illuminare qualsiasi luogo, sia domestico,...