Quanto costa l’erba sintetica? 

L’erba sintetica viene utilizzata per riprodurre in maniera fedele i prati o i giardini, ed è perfetta per chi non è amante del pollice verde. In alcuni casi, viene combinata a quella naturale, per riempire piccoli buchi dove questa fa fatica a crescere o non cresce affatto. Con il passare del tempo, il materiale usato per questi appezzamenti è diventato sempre più fedele all’erba originale, per questo motivo alcune società sportive lo avevano scelto nella costruzione dei loro campi da gioco. 

Ma da dove deriva questo prodotto? Inventato nel 1965 negli Stati Uniti da un gruppo di ricercatori universitari guidati da David Chaney, venne sfruttato per la prima volta in una installazione presso l’Astrodome di Houston. Fu negli anni ’80, tuttavia, che ci fu un vero e proprio boom di vendite; eppure, nonostante questo, l’English Football Association decise di lì a poco tempo di vietare le superfici sintetiche, perché si constatò che causavano danni fisici (anche importanti) ai giocatori quando cadevano.

Ecco perché, a partire dagli anni ’90 – se non tutti, ma almeno la maggior parte di queste – vennero totalmente rimosse (sia negli USA che in Europa), e le organizzazioni sportive tornarono ai campi da gioco in erba naturale. Infine, ricordiamo che FIFA e UEFA hanno vietato categoricamente l’uso di erba sintetica in tutte le competizioni calcistiche europee e internazionali, proprio per evitare che i giocatori si facciano male durante le partite.

Erba sintetica: prezzi

L’erba sintetica può essere acquistata nei negozi di giardinaggio specializzati o in quelli adibiti alla vendita di prodotti da esterno. Tra questi, ricordiamo OBI, Leroy Merlin, Amazon. Complessivamente, il prezzo varia da negozio a negozio, ma in media dovrebbe aggirarsi sulle cifre riportate qui sotto:

Dimensioni prato 5×1 metro

  • 20-25 mm: 35-50 euro
  • 30-35 mm: 45-65 euro
  • 40-55 mm: 60-80 euro

Dimensione prato 7×2 metri

  • 20-25 mm: 40-90 euro
  • 30-35 mm: 80-120 euro
  • 40-55 mm: 90-130 euro