Lombardia: sostegno a liberi professionisti e aziende

La Lombardia è notoriamente la regione più popolosa d’Italia, e anche la regione con il maggior numero di lavoratori in Italia.

Durante questo periodo di pandemia, molti lavoratori e molte aziende si sono dovuti riadattare ad un nuovo modello lavorativo. Ma come gestire la situazione tasse e sostegni economici? E soprattutto, come evitare le chiusure? Ormai il settore della ristorazione è in profonda crisi.

In vari casi abbiamo sentito di clienti che hanno supportato il proprio locale del cuore con generosissime mance, come in questo episodio accaduto in Ohio lo scorso mese.

IL FINANZIAMENTO

Il Comitato agevolazioni per l’amministrazione del fondo 394/81 ha disposto per il 3 giugno 2021 la riapertura per poter richiedere un finanziamento agevolato a valere su misure specifiche. Ne esistono di diverse tipologie:

IMPRESE E AZIENDE

La collaborazione tra Unioncamere Lombardia e le Camere di Commercio lombarde sta promuovendo Credito Ora.
Abbiamo chiesto l’ausilio del Servizio Contabile Italiano per capire qualcosa in più sulla concessione di questi fondi alle attività economiche in difficoltà.

Questo credito ha lo scopo di prevenire la crisi di liquidità che potrebbe nascere dopo questo anno di pandemia. Ma a chi si rivolge questa iniziativa?

In modo specifico a ristoratori e ad attività storiche e riconosciute ai sensi della legge 6/2010. Recentemente è stato approvato il versamento per 88 imprese con un totale di 186.000 euro di contributi concessi su un totale di 2,4 milioni di euro di finanziamento bancario agevolabile.

Come beneficiare del contributo? Bisogna stipulare un contratto di finanziamento con un istituto di credito e/o di Confidi iscritto all’elenco di cui all’articolo 112bis TUB.

Le caratteristiche specifiche per ottenere il finanziamento sono le seguenti:

Per quanto concerne le agevolazioni, tutti gli incentivi Simest a valere sul fondo 394/81 prevedendo una quota specifica per il finanziamento agevolato e anche di un contributo a fondo perduto. Mentre per la quota per il finanziamento agevolato, essa non rientra in centrale di rischi.

La situazione per la nuova percentuale di fondo perduto verrà invece stabilita da atti stipulati in una fase successiva.

IL FUNZIONAMENTO

Per poter usufruire dell’agevolazione, ogni azienda può presentare una sola richiesta e, quindi, stipulare un unico contratto di finanziamento. Questo contratto non deve già essere stato oggetto di agevolazioni in conto interessi. Invece può ritenersi cumulabile con aiuti concessi sullo stesso finanziamento da un punto di vista di garanzie.
I criteri inerenti all’iniziativa Credito ora sono stati approvati dalla Giunta regionale con delibera in data 17 novembre 2020. Il soggetto gestore del bando e dell’iniziativa è Unioncamere Lombardia. Le domande di adesione possono essere mandate dalle 10 del 12 gennaio alle ore 17 del 3 maggio dell’anno corrente.
L’iniziativa ha lo scopo di aiutare le piccole e grandi imprese in questo periodo di stallo e per poter riprogrammare insieme una solida ripartenza.

Finanziamenti agevolati – da lombardia.confcooperative.it

Autore

Exit mobile version