Home Cinema e Televisione Line of duty: nel più grande dramma televisivo britannico i poliziotti sono...

Line of duty: nel più grande dramma televisivo britannico i poliziotti sono i cattivi

In TV, i poliziotti non sono quasi mai i cattivi. Ma una serie televisiva è diventata la più popolare nel Regno Unito sovvertendo questo tropo di lunga data. Line of Duty, un dramma della BBC su un’unità anti-corruzione in una forza di polizia fittizia in Inghilterra, ha portato 12,8 milioni di spettatori dal vivo per il finale della sua sesta stagione ieri, ha riportato il Guardian. La BBC ha detto che questo è stato il più grande pubblico per qualsiasi singolo episodio della TV britannica dal 2001 (non includendo le soap opera). Ha superato anche gli episodi più visti di serie come Doctor Who e Downton Abbey, che sono considerati tra i più popolari di tutti i tempi nel paese.

Ciò che rende Line of Duty unico – e forse perché è così attraente per gli spettatori in questo momento – è che è uno dei pochi drammi televisivi mainstream nella storia in cui i principali cattivi sono tutti agenti di polizia, chiamati “bent coppers” nello show. Serie come Dragnet, The Wire e Watchmen hanno tutte toccato i temi della cattiva condotta della polizia, ma Line of Duty è per lo più solo nel suo sguardo spietato sulla corruzione diffusa nei dipartimenti di polizia. Mentre diversi paesi iniziano a fare i conti con la brutalità della polizia, l’impennata di popolarità di Line of Duty non dovrebbe essere sorprendente, essendo uno dei pochi spettacoli che osa dipingere la polizia in una luce negativa.

I poliziotti non sono quasi mai i cattivi in TV

La rappresentazione dei poliziotti come cattivi è così deliberata che ha costretto Cressida Dick, il capo della Metropolitan Police Force di Londra, a condannarla, dicendo che era “indignata dal livello di corruzione casuale ed estrema che veniva ritratta”. Anche se alcune cose sono giuste, gli esperti di corruzione della polizia sostengono che Line of Duty generalmente esagera sia il livello di corruzione che la sensualità con cui viene indagata. “Prendere appunti e fare ipotesi è probabilmente molto più vicino alla realtà di come catturiamo i ‘poliziotti corrotti'”, hanno scritto Sarah Jane Fox e James Holyoak, docenti senior all’Istituto di Polizia dell’Università di Staffordshire, in The Conversation la scorsa settimana.

Eppure, il fatto che i cattivi di Line of Duty siano quasi tutti poliziotti è un’enorme divergenza da come la polizia è normalmente rappresentata in TV, risalente a quando Dragnet ha reso popolare il genere procedurale della polizia negli anni ’50. Infatti, non solo i poliziotti sono quasi sempre eroi, ma le divisioni degli affari interni come quella di Line of Duty sono tipicamente rappresentate come burocrati senza senso dell’umorismo che intralciano il vero lavoro della polizia. In spettacoli come Law & Order, CSI e Criminal Minds, la supervisione è trattata come una seccatura piuttosto che necessaria. La maggior parte di questi show hanno occasionalmente avuto storie di “poliziotti corrotti”, ma c’è sempre un cattivo più grande da catturare.

In Line od Duty i “grandi cattivi” non sono serial killer

Non in Line of Duty, però. I suoi “grandi cattivi” non sono serial killer, spacciatori di droga o terroristi, ma piuttosto detective, sergenti e poliziotti, che hanno fatto una vasta gamma di cose terribili tra cui omicidi e abusi sessuali. L’unica altra serie televisiva mainstream dedicata singolarmente a questo tema è stata Between the Lines, andata in onda sulla BBC dal 1992 al 1994. Il creatore di Line of Duty Jed Mercurio ha citato Between the Lines come ispirazione per il suo show da record.

Naturalmente, in entrambi gli show, i poliziotti sono anche i buoni – il fatto che i poliziotti siano i cattivi non impedisce agli altri poliziotti di essere gli eroi. I protagonisti di Line of Duty possono indagare sulla corruzione della polizia, ma sono sempre agenti di polizia. Anche quando una delle narrazioni più vecchie della TV viene sovvertita, non si avventura troppo lontano dalla norma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Pesciolino rosso: prezzo, acquario

Il carassio dorato o il pesce rosso (Carassius auratus o Carassius auratus auratus, è un pesce d'acqua dolce, appartenente alla famiglia dei Cyprinidae. Il pesciolino rosso presenta...

Cane beagle prezzo, nano, cucciolo

Beagle caratteristiche Il beagle o bracchetto è una razza di cani da caccia di taglia media (di origine inglese), in origine usati per lo più per cacciare animali come conigli, fagiani, volpi e...

Impala: habitat, curiosità, cosa mangia

L'impala o melampo (Aepyceros melampus Lichtenstein, 1812) è un'antilope di medie dimensioni diffusa in Africa orientale e meridionale. Unica specie del genere Aepyceros, venne descritto ufficialmente per la prima volta dallo zoologo tedesco Martin Lichtenstein nel 1812. Ne vengono...

Licaone: domestico, cucciolo, addomesticato

Licaone domestico l licaone (Lycaon pictus, Temminck, 1820), detto anche cane selvatico africano, è un canide lupino diffuso nell'Africa subsahariana. Si tratta del canide africano...

Merlo indiano: prezzo, allevamento, quanto vive

Merlo indiano: caratteristiche, quanto vive Il merlo indiano (Gracula religiosa Linnaeus, 1758) conosciuto anche come maina, mainate e gracula, è un uccello, appartenente alla famiglia degli Sturnidi. Ha piumaggio nero brillante, testa grossa, due caruncole gialle protese...