Home Economia Alcune tra le strategie di marketing più utilizzate

Alcune tra le strategie di marketing più utilizzate

Cashback, raccolta punti, partenariato misto e programmi VIP sono solo alcune delle strategie di marketing utilizzate dalle aziende per fidelizzare la propria clientela. In un’epoca come quella attuale in cui la concorrenza è sempre più spietata ed è possibile acquistare prodotti su internet a prezzi sempre più competitivi, scegliere la campagna commerciale che più si addice alle proprie caratteristiche assume un’importanza fondamentale e fa la differenza tra un’azienda che ha successo e una che fallisce. Quest’oggi, pertanto, andremo a scoprire quali sono le strategie di fidelizzazione della clientela più utilizzate nel mercato globalizzato annunciandovi sin d’ora che non esistono verità assolute e che ogni campagna deve essere calibrata in base al mercato in cui si andrà a operare.

Bonus benvenuto e partenariato misto

Con il termine partenariato misto si intende quella strategia commerciale con cui due, tre o più aziende decidono di collaborare tra loro per garantire ai propri clienti una “rete” di benefici reciproci. Due imprese si affidano al partenariato misto quando ritengono che il lavoro in sinergia possa beneficiare a entrambe e lo fanno per far sì che i clienti siano invogliati a spendere del denaro nei rispettivi canali di vendita. Tanto per intenderci, una delle collaborazioni più virtuose e durature in tal senso è quella che da quasi un decennio esiste tre Carrefour ed Esso. Il colosso francese specializzato nella vendita al dettaglio promette ai propri clienti un certo numero di bollini Esso per ogni 10 euro spesi nei supermercati. Maggiore sarà l’importo della spesa effettuata e maggiore sarà il numero di bollini rilasciati al cliente che, dopo aver accumulato 10 bollini, avrà diritto a 10 euro di rifornimento gratuito presso i distributori Esso. Il partenariato misto, però, non è l’unica tipologia di fidelizzazione della clientela utilizzata al momento, anzi. Una delle più praticate è quella dei bonus benvenuto, pensati per invogliare i potenziali utenti a spendere sui propri canali. Le imprese che si affidano ai bonus benvenuto sono diverse e spaziano dalla vendita di abbigliamento come Zalando, a e-commerce più strutturati come Amazon, sino ad arrivare ai tanti piccoli e-commerce che negli ultimi anni hanno deciso di testare tale formula. Non mancano poi le agenzie di scommesse che sempre più spesso decidono di offrire dei bonus benvenuto o dei bonus giri gratis ai nuovi utenti per far provare agli stessi la bontà e l’affidabilità del proprio casinò online. Sono talmente tante le agenzie di scommesse che hanno deciso di promuovere la propria attività con bonus benvenuto che negli ultimi anni hanno riscosso un enorme successo quei siti specializzati proprio nella recensione nel confronto dei numerosi bonus benvenuto presenti all’interno delle offerte dei diversi operatori attivi sul mercato.

Il Cashback: cos’è esattamente?

Il cashback negli ultimi mesi è balzato agli onori della cronaca grazie alla scelta del precedente governo di favorire l’utilizzo di moneta elettronica nelle operazioni quotidiane con la previsione di un ritorno del 10% su un massimale di spesa di 1500 euro a semestre. Quello del cashback, però, è un fenomeno che è diffuso all’interno del mercato globale da decenni, ma vuoi per un motivo, vuoi per un altro, in Italia è ancora poco conosciuto. A farla da padroni nell’utilizzo del cashback sono i paesi anglofoni con Australia, Gran Bretagna e Stati Uniti e i paesi del Nord Europa e della Scandinavia, dove il cashback produce un indotto di poco inferiore ai 100 miliardi di euro. Ma il cashback può essere considerato uno sconto? Nei fatti il cashback non può essere considerato uno sconto perché se l’acquisto sarà di 50 euro effettivamente al consumatore saranno prelevati dal conto 50 euro, ma è assimilabile allo sconto in quanto subito dopo il pagamento al cliente sarà restituita una frazione di quanto speso. In Italia non mancano le società che hanno deciso di affidarsi al cashback per fidelizzare la propria clientela e una delle esperienze virtuose in tal senso è rappresentata dall’app di pagamento Satispay che garantisce ai propri utenti un cashback che varia dal 5 al 10%.

Scegliere la giusta campagna di fidelizzazione della clientela diviene di anno in anno sempre più difficile ma speriamo che questa piccola guida possa esservi utile per scegliere la campagna che più si addice alle vostre esigenze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Pesciolino rosso: prezzo, acquario

Il carassio dorato o il pesce rosso (Carassius auratus o Carassius auratus auratus, è un pesce d'acqua dolce, appartenente alla famiglia dei Cyprinidae. Il pesciolino rosso presenta...

Cane beagle prezzo, nano, cucciolo

Beagle caratteristiche Il beagle o bracchetto è una razza di cani da caccia di taglia media (di origine inglese), in origine usati per lo più per cacciare animali come conigli, fagiani, volpi e...

Impala: habitat, curiosità, cosa mangia

L'impala o melampo (Aepyceros melampus Lichtenstein, 1812) è un'antilope di medie dimensioni diffusa in Africa orientale e meridionale. Unica specie del genere Aepyceros, venne descritto ufficialmente per la prima volta dallo zoologo tedesco Martin Lichtenstein nel 1812. Ne vengono...

Licaone: domestico, cucciolo, addomesticato

Licaone domestico l licaone (Lycaon pictus, Temminck, 1820), detto anche cane selvatico africano, è un canide lupino diffuso nell'Africa subsahariana. Si tratta del canide africano...

Merlo indiano: prezzo, allevamento, quanto vive

Merlo indiano: caratteristiche, quanto vive Il merlo indiano (Gracula religiosa Linnaeus, 1758) conosciuto anche come maina, mainate e gracula, è un uccello, appartenente alla famiglia degli Sturnidi. Ha piumaggio nero brillante, testa grossa, due caruncole gialle protese...