Home Attualità Quale sarà il prossimo step per l’industria videoludica

Quale sarà il prossimo step per l’industria videoludica

Dalla realtà virtuale all’intelligenza artificiale, queste tecnologie attuali stanno plasmando il futuro dei videogiochi, è un dato inconfutabile ormai. Ora, all’inizio del 2019, il CEO di Netflix Reed Hastings ha detto agli azionisti quella che pensava fosse la concorrenza più agguerrita dell’azienda. Non era HBO, Disney+ o Amazon. Non era nemmeno la televisione via cavo o i cinema. Secondo lui, la più grande minaccia al continuo dominio di Netflix nell’intrattenimento era il videogioco Fortnite.

“Una volta era ‘cosa guardare’ e ora è ‘se guardare'”, ha scritto Matthew Ball, ex capo della strategia di Amazon Studios. “E la risposta è sempre più ‘no, giocherò'”.

Con quale frequenza le persone scelgono di utilizzare un controller di gioco anziché un telecomando della TV? Una panoramica dei numeri dipinge un quadro illuminante. Nel 2019, l’industria dei giochi ha generato entrate per $ 120 miliardi e gli esperti prevedono che potrebbe raggiungere $ 200 miliardi entro due anni; 100 milioni di telespettatori si sono sintonizzati per guardare i giocatori competere nel campionato mondiale del gioco League of Legends, un bottino maggiore rispetto alla trasmissione televisiva del Super Bowl; e, entro il 2021, si prevede che 2,7 miliardi di persone, circa un terzo della popolazione globale, diventeranno giocatori.

RICAVI DELL’INDUSTRIA DEI GIOCHI NEL 2019 (FONTE: SUPERDATA)

  • Gioco mobile: $ 64,4 miliardi
  • Giochi per PC: $ 29,6 miliardi
  • Giochi per console: $ 15,4 miliardi
  • Video relativi ai giochi: $ 6,5 miliardi
  • Giochi VR e AR: $ 6,3 miliardi

Le grandi aziende tecnologiche stanno cogliendo il momento: Apple, Google e Amazon stanno tutte sviluppando prodotti di gioco. Nell’autunno del 2019, Apple ha rilasciato Apple Arcade, un servizio di abbonamento ai giochi. Poco dopo, Google ha lanciato Stadia, che consente agli utenti di trasmettere in streaming i principali titoli di giochi direttamente dal Cloud anziché preoccuparsi dei download o di una console fisica. E si dice che Amazon, che nel 2014 ha acquisito Twitch, la piattaforma più popolare per guardare i giocatori mentre giocano, lancerà presto il proprio servizio di streaming di giochi. Questi nuovi arrivati ​​nello spazio si contenderanno la quota di mercato con pilastri di gioco come Sony (Playstation), Nintendo (Switch) e Microsoft (Xbox).

L’alta marea solleva tutte le barche. Il gioco mobile ha rastrellato più della metà di tutti i dollari di gioco spesi lo scorso anno. I giochi di realtà virtuale e realtà aumentata, sebbene relativamente di nicchia, continuano a crescere anche nelle entrate.

Allora, qual è il prossimo? Culturalmente, sembra che il gioco sia uscito da angoli di nicchia del mondo e continuerà solo a diventare più mainstream. Ma quali innovazioni tecnologiche stanno plasmando il futuro dei videogiochi e come influenzeranno l’esperienza di gioco?

L’intelligenza artificiale al servizio del gaming odierno

L’intelligenza artificiale non è più roba da fantascienza; si è inserito nel tessuto della nostra vita quotidiana, da Smart Compose di Gmail alle auto a guida autonoma al software di riconoscimento facciale. I videogiochi non fanno eccezione. Anche nella filiera del gaming e in particolare nel circuito delle sale dei casinò online sicuri come la roulette gioco che rappresenta nella maniera più iconica l’universo dei giochi d’azzardo.

Durante gli ultimi 7 anni abbiamo assistito a un vero cambio di guardia, cioè da quando i produttori di giochi hanno capito che bisognava investire e puntare in modo massiccio sulle app di giochi scaricabili per dispositivi mobili come tablet e smartphone, i quali oggi rappresentano non solo l’avanguardia in termini di accessi eseguiti, ma anche il futuro per il gambling online.

AI e personaggi vari presenti in questo contesto

L’idea dell’intelligenza artificiale è stata espressa nei giochi per decenni, soprattutto nei personaggi non giocanti (NPC), come i fantasmi colorati in Pac-Man o gli innocenti astanti in Grand Theft Auto.

Personaggi come questi sono in genere programmati con quella che i designer chiamano una “macchina a stati finiti”. In parole povere, questo significa che gli NPC seguono uno script o un’istruzione if-then. “Se il gioco è attivo, insegui Pac-Man”, potrebbe dire la sceneggiatura dei fantasmi. “E se Pac-Man mangia un Power Pellet, allora scappa da lui.”

Negli ultimi anni, i gamemaker (produttori di gaming) hanno adottato un approccio più sofisticato agli NPC. Ad esempio, alcuni sono ora programmati con un albero comportamentale, che consente loro di eseguire processi decisionali più complessi. Gli alieni nemici in Halo 2, ad esempio, hanno la capacità di lavorare insieme e coordinare i loro attacchi, piuttosto che lanciarsi incautamente negli spari uno per uno come in un film d’azione scadente. Tuttavia, gli NPC possono fare solo ciò che è scritto nel loro codice. Il loro comportamento, per quanto intelligente sembri, è ancora determinato in anticipo dai progettisti del gioco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Tokuyoshi: bentoteca, Stella Michelin, chiuso, delivery

Ristorante giapponese Milano stellato In via Calogero Milano, si trova il ristorante di Yoji Tokuyoshi, chef è di origini giapponesi ma con una passione tutta...

Papillon cane: prezzo, costo, allevamenti

Cani papillon Il cane Papillon è una delle due varietà dell'Épagneul nano continentale. Questa varietà è nata originariamente con orecchie pendenti (Phalène). Solo verso la fine...

Gatto abissino: prezzo, blu, vendita, allevamento, regalo

Il gatto abissino Il gatto abissino è una razza felina originaria dell'Etiopia, chiamata anche Abissinia, da cui prende il nome. Si ritiene che si tratti di...

Yacout Milano: prezzi, menu, aperitivo, instagram

Ristorante marocchino Milano Assaporare il cibo e lasciarsi avvolgere dall’atmosfera del Marocco e del Maghreb diventano un’esperienza e un’emozione unica, da scoprire e vivere attraverso...

Gatto bianco: pelo lungo, con occhi azzurri, qual’è la scelta?

Quando si osserva un gatto, il primo elemento che salta agli occhi è il manto: proprio questo, infatti, serve a determinare la razza felina che...