Home Economia Ethereum, che succede? Un tonfo inaspettato!

Ethereum, che succede? Un tonfo inaspettato!

È stata probabilmente una delle giornate più imprevedibili di sempre nel mondo delle criptovalute, con Bitcoin che sta affondando perdendo il 17%, e tutti coloro che sono abituati a investire sulle valute digitali stanno prestando la massima attenzione a ciò che si sta verificando con la moneta digitale di Ethereum.

Ethereum, invece, è come se fosse passata sotto un’auto dopo tale giornata, visto che ha fatto registrare un tonfo clamoroso in riferimento al prezzo, con delle fee sul network che hanno addirittura toccato e superato quota 600 dollari, con una vera e propria situazione caotica che non verrà dimenticata facilmente da parte dei vari investitori.

Una delle giornate più nere nella storia delle criptovalute, soprattutto per via del fatto che il prezzo di Ethereum è calato fino ad arrivare a quota 3000 dollari, lasciandosi alle spalle un supporto dopo l’altro e preoccupando un po’ tutti, con i vari addetti ai lavori che, ad un certo punto, si sono preoccupati pure che potesse succedere il peggio.

Cosa è successo

Ethereum, che già stava passando un periodo complicato visto che ha dovuto affrontare una giornata in cui aveva patito, o perlomeno sembrava dai dati, il momento d’oro di Bitcoin, in fortissima crescita, ed è rimasta spiazzata da tutta una serie di vendite a catena, che sono state stimolate, con tutta probabilità, in via del tutto automatica.

La colpa, in sostanza, è di una mole impressionante di posizioni long, che non hanno portato in dote un solo effetto, ovvero quello di terminare il margine e sono state chiuse in via automatica, andando a stimolare il trend negativo che ha avuto ad oggetto un po’ tutte le valute digitali che fanno parte di tale comparto.

Uno scenario inaspettato, ma che ha delle proporzioni e delle conseguenze molto pesanti e importanti. Basti pensare che infrastruttura notevoli come Gemini piuttosto che Coinbase stanno riscontrando un gran numero di problematiche nell’esecuzione corretta degli ordini e con varie piattaforme che, per qualche minuto, si sono trovate in difficoltà nell’effettuare le analisi dei grafici.

La “colpa” è di Bitcoin

Senza ombra di dubbio, a prendersi la scena è sicuramente Bitcoin, che al momento si può tranquillamente definire come la regina delle criptovalute, che ha rappresentato un vero e proprio innesco per il ciclo di vendite in via automatica, che ha poi avuto quelle ripercussioni citate in precedenza sulla parte rimanente del mercato.

In effetti, anche gli esperti avevano visto davvero pochissime volte uno scenario del genere nel mondo delle criptovalute e in tutta la loro storia, dalla nascita fino ad oggi, nonostante siano stati numerosi i momenti che hanno alternato crisi e crescite repentine.

Secondo il pensiero del presidente di EL Salvador, che ha lanciato in via ufficiale Bitcoin nel suo Paese, pare che la causa potrebbe essere legata a delle possibili interferenze del Fondo Monetario Internazionale. È chiaro che si tratta di un’accusa che andrebbe provata, anche se era piuttosto semplice prevedere l’importante ondata di FUD, che avrebbe fatto seguito ad una strategia così particolare da parte di El Salvador.

Al momento, le previsioni che riguardano Ethereum, considerata insieme a Bitcoin una delle criptovalute più di prospettiva, metto in evidenza come, a breve termine, la criptovaluta possa tornare oltre quota 4500 dollari, dal momento che questo token ha dato già più di una volta ampie dimostrazione di poter “resuscitare” da crisi importanti, nonostante il prezzo sia sceso sotto il supporto di 3000 dollari su un gran numero di piazze.

Di conseguenza, ci si potrebbe attendere ancora un alto livello di volatilità, che garantirebbe diverse possibilità anche per tutti coloro che hanno intenzione di fare investimenti short, ovvero puntare su ulteriori ribassi, oppure provando a fare leva e sfruttare sulla notevole instabilità che sta caratterizzando il prezzo di Ethereum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Alessandro Rossi: chi è, Francesca Cipriani, lavoro, età, ingresso Gf Vip

Alessandro Rossi è un imprenditore edile, di 30 anni, che lavora per molti personaggi famosi. In realtà, però, la sua popolarità è legata alla sua...

Crisi retail e come combatterla

A raccontare della crisi che sta intaccando il settore retail e come combatterla è Massimo Perin, titolare di Equipe Project. È ormai evidente come questo...

Materassi di qualità in offerta: cosa può esserci di meglio?

Scegliere un buon materasso è il regalo più bello che possiamo fare alla nostra schiena e al nostro collo, oltre che alla nostra salute...

Cane Lingua Blu, che razza è? Prezzo, allevamenti, carattere, alimentazione

Cane ciao ciao: chow chow cucciolo Il cane chow chow è una delle razze di cani cinesi più antiche ed è per questo difficile risalire...

Prurito acquagenico, come si manifesta? Sintomi, cure, abbronzatura, linfome

Allergia all'acqua: prurito dopo doccia Il prurito dopo la doccia acquagenico è un disturbo, riconosciuto per la prima volta negli anni ottanta, che consiste nel...