La camera da letto è uno degli spazi più intimi e personali della casa: quello in cui ci rilassiamo e ricarichiamo le energie, cercando di scacciare tutto lo stress accumulato durante il giorno tra i mille impegni. Riposare in maniera adeguata è indispensabile per il benessere, e cosa c’è di meglio di un ambiente confortevole per ritemprare le forze?

Ancora meglio se si opta per una camera da letto in legno, ecologica e naturale, in grado di farci sentire in armonia con tutto ciò che ci circonda! Il legno trasmette sensazioni di calore e di familiarità, e rende ogni stanza più ospitale e accogliente.

Un complemento fondamentale, per allestire una zona del genere, è il letto fabbricato in legno. Tra i migliori modelli vi sono quelli a incastro, che sono privi di viti e di altri elementi metallici perché le lastre si incastrano – appunto – tra loro tramite appositi meccanismi.

Simili prodotti sono forniti sullo shop di Vivere Zen: un’azienda leader nel settore del bio-arredo, che basa la propria vision sul rispetto per l’ecosistema e sull’amore per il pianeta. Su viverezen.it, come suggerisce il nome stesso del sito, trovi numerosi articoli in stile zen e minimalista. Ciò che serve per realizzare camere da letto libere, arieggiate, luminose e permeate da un’atmosfera di serenità.

Varie tipologie di letti in legno

I letti di legno sono acquistabili in più tipologie. Un primo fattore che li distingue è la loro altezza: nel senso che esistono letti molto bassi, i cosiddetti letti tatami, e letti che superano anche i 25 cm.

I primi che abbiamo menzionato sono eccellenti per una camera di stampo giapponese. Si tratta di autentici letti a pedana, su cui puoi sistemare un comodo futon per ricreare la tradizione del paese del Sol Levante. Aggiungi un paio di cuscini e un comodino ad hoc e il gioco è fatto.

Ci sono i letti bassi, che partono da 16 cm circa, e quelli standard all’occidentale. Letti a castello, letti con testata e così via. Scegli a seconda dei tuoi gusti e delle tue preferenze, con la consapevolezza che la tua camera sarà sempre e comunque green ed ecosostenibile.

Un letto deve essere solido e robusto, motivo per cui si selezionano legni adatti come il noce, il faggio e l’okumè. Per il resto, alcuni letti sono assolutamente sobri nel design, altri sono decorati da dettagli ornamentali – senza che si rinunci mai all’equilibrio e alla semplicità, come insegna la filosofia zen.

Legno massello e legno massiccio

Una parentesi va dedicata alla differenza tra legno massello e legno massiccio.

Il massello è ottenuto soltanto dalla sezione più interna del tronco degli alberi, ovvero il durame. Invece il massiccio prevede sia il durame sia l’alburno, la parte più esterna e giovane.

I letti di legno massello sono più uniformi a livello di sfumature, mentre quelli di legno massiccio sono più vari da questo punto di vista. Una superficie di legno massiccio è contraddistinta da tonalità chiare che si alternano ad altre più scure.

È difficile dire quale sia la soluzione migliore. Dipende dalla qualità del legno, e dall’effetto cromatico che desideri per la tua stanza.

Tutti i vantaggi di un letto di legno

Un letto in legno è un must per uno spazio bio ed eco-friendly. Tali complementi sono naturali, fonte di tranquillità e di sensazioni positive. L’ideale quando bisogna rilassarsi dopo le fatiche della giornata.

In più, letti di legno come quelli di Vivere Zen soddisfano elevati standard pratici ed estetici. Sono resistenti all’usura, longevi e sicuri per tutti i membri della famiglia. Sono anche molto eleganti, privi di fronzoli e dotati di linee pulite ed essenziali.

Questi letti consentono di eliminare il superfluo e di evitare qualsiasi rischio di ingombro. Sono un evergreen per chi vuole un ambiente luminoso e arioso, concepito all’insegna del comfort. L’armonia dell’arredamento si trasmette all’animo, ragion per cui un locale del genere fa bene all’umore e allo spirito.

Ricordiamo anche il notevole impatto visivo del legno. Esso possiede magnifiche venature, è liscio e levigato, ed è in grado di donare un vero e proprio tocco di classe a ogni contesto.

Come abbinare un letto in legno

Come già ti abbiamo detto, un letto tatami può essere abbinato a un futon giapponese; lo stesso vale per un letto basso. Se preferisci un materasso all’occidentale, tieni presente che anche in questo caso troverai molti prodotti su viverezen.it.

I letti in legno sono perfetti con un materasso di lattice, a sua volta al 100% “verde”. Sono ottimi anche i materassi in memory foam, che non risentono dell’umidità.

Per quanto riguarda gli altri elementi di arredo, con un letto di questo tipo si sposano benissimo i comodini e gli armadi di legno. Una bella lampada in carta di riso, e avrai allestito la tua camera bio!