Please wait..

Deodorante che causa prurito, cosa fare? Rimedi, sintomi, conseguenze, quali deodoranti evitare

Prurito ascelle

Quante volte avremmo voluto fermare il sudore delle ascelle (prurito ascella). La sudorazione è naturale e funziona da termostato e da aria condizionata e risponde al calore, all’ansietà, al pericolo e ai cibi piccanti. Vediamo, però, quello che si può fare per evitare la traspirazione eccessiva. Innanzitutto si possono scegliere antitraspiranti a uso topico. Se non è sufficiente il deodorante tradizionale che maschera solamente l’odore si possono acquistare prodotti a base di cloruro d’alluminio esaidrato.

Prurito ascellare cause

Andiamo con ordine: il prurito alle ascelle è prevalentemente determinato da reazioni allergiche, ovvero da risposte irritanti del nostro corpo dinanzi all’applicazione di allergeni esterni: l’ipotesi più comune è l’applicazione topica sulle ascelle di un detergente / deodorante che contiene uno o più ingredienti “sgraditi”.

A volte il prurito alle ascelle è favorito da una scarsa igiene. Parliamo d’altronde di una zona “particolare” del nostro corpo, ricca di batteri che si autoalimentano in seguito al sudore. In questo caso, è sufficiente lavare quotidianamente questa zona con appositi detergenti per ridurre la possibilità che i batteri possano proliferare con vigore.

Tra le altre condizioni comuni di cause del prurito alle ascelle troviamo poi le dermatiti e altre infezioni alla cute. In questo caso la determinante è facilmente riconoscibile dal fatto che l’area apparirà infiammata, accompagnata da arrossamenti e lesioni. Le cause all’origini delle dermatiti sono talmente varie che, evidentemente, non possiamo che consigliarti di chiarirle con il tuo dermatologo di riferimento. Ad ogni modo, utilizzo di detergenti, profumi e antibiotici potrebbero essere i principali fattori scatenanti.

Prurito sotto le ascelle: irritazione ascelle

Al fine di fermare il sudore eccessivo delle ascelle è anche possibile confezionare il proprio deodorante a domicilio. Per fare ciò è necessario creare una soluzione densa miscelando bicarbonato di sodio e acqua in parti uguali. Oppure è possibile usare l’aceto di mele, prodotto in grado di neutralizzare i batteri responsabili del cattivo odore e di mantenere asciutte le ascelle. Un’altra indicazione prevede l’utilizzo di un composto di succo di limone e polpa di pomodoro, da lasciare in posa per un quarto d’ora.

Prurito alle ascelle: deodoranti da evitare

Prima di applicare l’antitraspirante o il deodorante è indispensabile lavare con acqua e sapone ed asciugare accuratamente le ascelle. Al fine di fermare il sudore è poi utile fare la doccia una volta al giorno ed attendere che il corpo si raffreddi prima di procedere alla vestizione. Un altro consiglio utile è quello di lavare gli indumenti sudati, magliette e camicie in primis, dopo ogni utilizzo: se i batteri rimangono imprigionati nei tessuti, peggiorano notevolmente il cattivo odore. Quindi la pulizia è fondamentale. Altrettanto importante è indossare maglie intime di cotone che assorbono il sudore, evitando di farlo passare allo strato più esterno.

Altre soluzioni per fermare il sudore eccessivo prevedono di mantenersi ben idratati, perdere peso, depilare le ascelle ed evitare alcuni cibi che potrebbero acuire il problema, quali ad esempio bevande alcoliche, caffeina, aglio, peperoncino, cipolla, cavoli, broccoli ed alcune spezie come cumino e curry. Nei casi più gravi, ovvero l’iperidrosi, si può consultare il medico che può consigliare alcuni medicinali. In alternativa si può ricorrere ad un particolare tipo di elettroterapia, la iontoforesi, o ad un intervento chirurgico, la simpatectomia toracica.

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker