Please wait..

Investimenti online: strategie, consigli utili ed errori da evitare per giocare in borsa oggi

Aumentano gli appassionati del trading online che, in maniera smart e veloce, giocano in Borsa entrando nei mercati di tutto il mondo con pochi clic. Questa nuova frontiera degli investimenti raccoglie molti consensi, specialmente quando ci si affida a broker attendibili che hanno regolari certificazioni. Come per tutte le operazioni che richiedono un minimo d’investimento, è opportuno comprendere alcuni meccanismi di base formandosi in modo adeguato. Ad esempio, con guide consigliate dagli esperti o fornite direttamente dalle piattaforme di trading. Un valido aiuta arriva anche da portali specializzati come, ad esempio, Borsamercato.com che mette a disposizione una guida che spiega come iniziare a giocare in Borsa prestando attenzione agli asset su cui puntare, al loro andamento e alle strategie da attuare per ottenere il massimo rendimento da un investimento.

Dai corsi alle commissioni

Imparare a giocare in Borsa non è impossibile e, anzi, si tratta di qualcosa alla portata di tutti, più o meno esperti di finanza. L’importante è avere l’approccio giusto fin da subito: un broker certificato, di solito, non è solo più attendibile in quanto autorizzato e monitorato da organi europei quali CONSOB o Cysec, ma ha tutto l’interesse a formare nuovi trader senza costi. In questi casi, il corso gratuito, che sia in forma di testo, di video o persino di webinar, si rivela migliore di qualsiasi altra formula a pagamento, magari onerosa. Il materiale didattico presente su piattaforme celebri come e-Toro o XTB è propedeutico alla pratica, usa termini semplici e introduce alle basi del trading anche il neofita più inesperto: naturalmente, ciò non significa che non esistano corsi anche più avanzati, che consentono di perfezionare taluni aspetti.

Le commissioni richieste devono a loro volta essere pari a zero: questo perché non si sta acquistando l’azione per intero, ma un suo derivato, come accade per la stragrande maggioranza dei broker. Ciò significa che l’unico importo dovuto all’intermediario sarà rappresentato dallo spread, ovvero la differenza tra il prezzo di acquisto di un asset e quello di vendita. Più lo spread sarà basso, maggiore si rivela la convenienza per il trader.

Strategie ed errori da evitare

Una delle prime strategie che si possono attuare fin da subito dopo la fase di apprendimento è quella più semplice di aprire un conto demo: si tratta di un conto virtuale con il quale l’aspirante trader può “allenarsi” ma senza utilizzare soldi veri. Nonostante la simulazione spesso eccellente offerta dai broker, gli esperti suggeriscono comunque di passare al conto reale non appena ci si sente pronti per sondare meglio il polso dei mercati.

Altra possibilità risiede nell’opportunità di ricopiare altri investitori celebri per tentare di emularne i successi e imparare dalle loro “gesta”: è sufficiente impostare il trading automatico, altrimenti detto copy trading, scegliendo trader e strategie diversi. Ciò è molto importante perché consente di diversificare le possibilità e distribuire il capitale, anche quando si gioca in Borsa in maniera autonoma. Meglio ancora, i broker suggeriscono anche di stabilire uno stop loss, ovvero un limite oltre il quale chiudere la posizione se si verificano delle perdite. Tra gli errori da non fare mai, poi, gli esperti sconsigliano, in linea generale, l’acquisto delle azioni nella loro interezza. Come già accennato, meglio operare con i loro derivati non solo perché è più conveniente, ma consente persino di avere potenziali vantaggi se il mercato è in discesa: sono i CFD, o contratti per differenza. Basta impostare una previsione sull’andamento dell’asset nel mercato: se rialzista la si definisce posizione long, se ribassista, invece, posizione short. In ognuno dei due casi, a previsione corretta può corrispondere un vantaggio.

Infine, occorre sempre rifuggire da chi prometta facili guadagni con il minimo sforzo: investire in Borsa si può fare con un capitale basso, ma è sempre un rischio che, seppur oculato, può portare comunque a perderlo.

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker