Bitcoin è un software open-source che, dal 2009, ha permesso lo scambio di una forma completamente nuova di denaro (BTC) su internet.

Creato da una persona o un gruppo sconosciuto che opera sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, Bitcoin ha cercato di fornire un “sistema di denaro digitale peer-to-peer” che tagliasse fuori gli intermediari dal commercio online attraverso l’uso intelligente della crittografia a chiave pubblica e delle reti peer-to-peer.

Il risultato fu che, per la prima volta, il denaro poteva essere portato in un’economia in un programma immune dall’influenza di qualsiasi banca centrale o operatore. Secondo le regole del software, solo 21 milioni di bitcoin, divisibili in molte unità più piccole, possono essere creati.

Creando una vera scarsità digitale, il bitcoin continuerà ad attrarre una nuova generazione di commercianti che ora vedono il BTC come una valida alternativa all’oro e al denaro tradizionale.

Oggi, i sostenitori di Bitcoin vedono il software come un sistema monetario alternativo che dà agli utenti la possibilità di lasciare l’economia del governo e di rivendicare la sovranità sui loro beni finanziari.

Gli investitori in BTC lo vedono anche come un’alternativa ai beni durevoli con una fornitura finita come l’oro, l’argento e altre materie prime.