Please wait..

Questa piattaforma di criptovaluta sta bloccando migliaia di portafogli legati alla Russia

[ad_1]
Questa piattaforma di criptovaluta sta bloccando migliaia di portafogli legati alla Russia插图

La piattaforma di trading di criptovaluta Coinbase ha bloccato 25.000 indirizzi di portafoglio elettronico relativi alla Russia.

La piattaforma affermava che gli indirizzi erano relativi a persone o entità russe che si credeva fossero state coinvolte in attività illecite. Gli indirizzi sono stati bloccati a causa del timore che le valute digitali possano essere utilizzate illegalmente, secondo la BBC.

Il direttore legale di Coinbase Paul Grewal ha fatto l’annuncio sul blog dell’azienda. Ha sottolineato come lo scambio di criptovalute abbia rispettato le nuove regole imposte a causa dell’invasione russa dell’Ucraina. Ciò significa che non c’è accesso per le persone sanzionate e include “sofisticate analisi blockchain” per identificare gli account indirettamente collegati agli utenti esclusi.

“Coinbase sta bloccando più di 25.000 indirizzi di individui o entità russe che riteniamo siano coinvolti in attività illecite, molti dei quali abbiamo identificato attraverso le nostre indagini proattive”, ha scritto Paul Grewal. “Li ho condivisi con il governo per sostenere ulteriormente le sanzioni. Le sanzioni svolgono un ruolo vitale nella promozione della sicurezza nazionale e nello scoraggiare le aggressioni illegali e Coinbase sostiene pienamente questi sforzi da parte delle autorità governative”.

Il governo degli Stati Uniti ha chiesto alle piattaforme crittografiche di garantire che gli oligarchi russi non possano utilizzare valute virtuali per evitare sanzioni. Ma molti stanno resistendo alle pressioni sia del governo ucraino che dei politici statunitensi ed europei per andare avanti e bandire tutti gli utenti russi, tra le preoccupazioni che i russi ordinari possano usare le criptovalute come salvataggio dopo la caduta del rublo. a livello record.

L’ultimo colpo a Bitcoin arriva dalla Russia: dopo l’aumento dei prezzi del gas, i russi svalutano le criptovalute

Nel contesto in cui il mining di criptovalute è diventato un buco nero energetico e l’aura di illegalità attorno ai pagamenti Bitcoin non scomparirà mai del tutto, l’ultimo colpo alle criptovalute non sorprende.

Mentre in alcuni paesi potresti finire per acquistarne uno appartamento in Bitcoin o per ricevere stipendio in criptovaluteIn altri, i divieti sulle criptovalute sono in aumento. L’ultimo tentativo di battere Bitcoin, Ether, Dogecoin e altri arriva dalla Russia e è molto grave.

[ad_2]

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker