Home Notizia Quando esce il cud 2022? Data ufficiale, quando arriva, come richiederlo

Quando esce il cud 2022? Data ufficiale, quando arriva, come richiederlo

0
Quando esce il cud 2022? Data ufficiale, quando arriva, come richiederlo

L’ex Cud, conosciuta come certificazione unica (CU), è il documento fiscale che i datori di lavoro devono rilasciare obbligatoriamente ai propri dipendenti con cadenza annuale in quanto necessaria  per la compilazione della dichiarazione dei redditi. La certificazione infatti, testimonia il reddito perpecito dal lavoratore l’anno precedente a quello in cui viene erogato il documento. Discorso analogo per i pensionati e gli infortunati sul lavoro, con la differenza che gli enti erogatori in questo caso, sono rispettivamente Inps e Inail. La bozza della certificazione unica 2022 che certifica tutti i redditi percepiti dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, è stata pubblicata il 23 dicembre dello scorso anno. Mentre il documento ufficiale è stato divulgato dall’Agenzia delle Entrate il 12 gennaio dell’anno corrente.

Quando esce il cud 2022 e chi lo rilascia

Detto questo, l’ex Cud dovrà essere rilasciato necessariamente dal datore di lavoro, entro e non oltre il 16 marzo 2022, ovvero oggi. Data unica sia per l’invio della documentazione digitale all’Agenzia delle Entrate, sia per il deposito al percettore diretto. Il computo di tale azione ha gli stessi termini anche per le pubbliche amministrazioni nei confronti dei dipendenti pubblici.

A rilasciare il Cud in base alla categoria di appartenenza saranno i seguenti enti:

  1. il datore di lavoro o il manager delle risorse umane dell’azienda nella quale si lavora per i privati;
  2. il NoiPA (Istituto Nazionale  di Prevenzione per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica) per quanto riguarda i dipendenti del settore della pubblica amministrazione;
  3. l’Inps, per i pensionati e per coloro che percepiscono la disoccupazione Naspi;
  4. l’Inail invece si occupa dei lavoratori vittime di infortuni sul lavoro;

Come richiedere il Cud

Non dovrebbe essere necessaria la richiesta della certificazione unica 2022 per quanto riguarda i dipendenti privati, ma dovrebbe arrivare in automaticamento da parte di chi gestisce la parte fiscale. Mentre i dipendenti pubblici potranno scaricarla dal portale NoiPA (accessibile anche tramite app per smartphone e tablet). Altro discorso per i pensionati e i disoccupati che percepiscono la Naspi. Come prima cosa devono accedere al portale dell’Inps:

  1. entrare nell’area riservata MyINPS;
  2. indirizzarsi su prestazioni e servizi;
  3. accedere a servizi e comparirà la voce Certificazione unica.

Da quest’anno il modello è scaricabile anche in formato pdf. Per chi dovesse riscontrare problemi per il download telematico, può inviare la richiesta tramite email, ecco gli indirizzi:

  1. indirizzo PEC richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it;
  2. oppure indirizzo mail  richiestacertificazioneunica@inps.it.

Se anche in questo caso l’esito dovesse risultare fallimentare si può chiamare al numero verde 800-434-320, oppure ai numeri dell’assistenza  803 164 (da telefono fisso) e 06 164 164 (da telefono mobile).

Coloro che rientrano nella categoria infortunati sul lavoro dovranno rivolgersi all’Inail, l’ente pubblico che si occupa delle della tutela assicurativa dei lavoratori che sono incappati in infortuni o malattie professionali. Per prima cosa bisogna accedere all’area personale del servizio online dell’Inail, dopodichè basterà seguire questi semplici passaggi:

  1. andare alla voce MyHome (in alto a destra);
  2. entrare nella voce portale del pensionato e indirizzarsi selezionando Accedi al portale;
  3.  Da qui si arriva alla voce Cedolino, dove troviamo la funzione Certificazione Unica 2022;

É possibile rivolgersi anche ai CAF convenzionati con l’ente, oppure contattando il numero dell’assistenza 06 6001 in caso di difficoltà sul sito.

 



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here