Home Senza categoria Perché il creatore di TikTok Kris Collins adotta un approccio programmato ai contenuti e non fa affidamento sulle tendenze popolari per ottenere follower

Perché il creatore di TikTok Kris Collins adotta un approccio programmato ai contenuti e non fa affidamento sulle tendenze popolari per ottenere follower

0

Kris Collins lavorava come parrucchiera all’inizio della pandemia nel marzo 2020 e, come tanti altri, ha perso il lavoro. Ma presto ha trovato conforto nel pubblicare contenuti su TikTok che hanno fatto ridere lei e il suo pubblico in rapida crescita.

Entro il 1 luglio di quell’anno, ha raggiunto 1 milione di follower sulla sua pagina TikTok, @KallMeKris. Una volta che quel numero è quadruplicato a 4 milioni, ha deciso di aggiungere YouTube al mix per cercare di diversificare il suo pubblico e offrire ai fan contenuti più lunghi.

“Dopo quel primo milione pensavo che si sarebbe fermato poi è andato avanti”, ha detto Collins nell’ultimo episodio del Digiday Podcast. “Penso di essere stato in un costante stato di negazione fino a quando non avevo più di 10 milioni [followers] su TikTok.”

Ora Collins ha oltre 43 milioni di follower su TikTok, 5,7 milioni di iscritti su YouTube e quasi 2 milioni di follower su Instagram. Collins ha costruito il suo seguito senza qualificarsi (come canadese) per il fondo creatore di TikTok, il che ha reso ancora più urgente avere accordi diretti con il marchio su tutte e tre le piattaforme. Questi accordi sono diventati la principale fonte di reddito di Collins, anche se non ha detto quanto guadagna dagli accordi sui marchi, discute perché adotta un approccio calcolato su quali marchi lavora e quanti post sponsorizzati aumentano alla settimana.

Per il secondo episodio di una serie limitata che copre i creatori, Collins ha discusso di come TikTok l’abbia aiutata a raggiungere rapidamente la celebrità, di come sia stata in grado di bilanciare strategicamente gli accordi del marchio con i contenuti originali, e perché saltare sulle tendenze di TikTok non è l’unico mezzo per creare un pubblico.

Di seguito sono riportati i punti salienti del conversazione, leggermente modificata e condensata per la leggibilità.

Creazione di un strategia TikTok intenzionale

Scrivo sempre script, almeno approssimativi script, in particolare per TikTok, solo perché lì faccio più formati di schizzo, che si tratti di schizzi da uno a due o tre minuti. Ma di solito, avrò un po’ di programma [and], cercherò di distanziarlo perché ho dai 30 ai 35 personaggi e ho storie diverse in corso. Uno dei miei personaggi è Riley, quindi se faccio un Riley Tiktok, il prossimo non sarà Riley, sarà su un personaggio diverso. E poi interpreterò Riley tra una o due settimane.

E poi la sceneggiatura è un sacco di brainstorming. Non posso nemmeno dirti quanti memo vocali e post-it ho ovunque di idee casuali che ho. Ho un post-it che dice “calzino” su di esso da qualche parte nella mia stanza, e non so nemmeno cosa significhi. Ma baserò la sceneggiatura di solito su una battuta finale o su una battuta, e la cancellerò. Ma sì, è molto stare seduti a guardare un muro perché non puoi nemmeno guardare la TV o ascoltare qualcosa mentre stai cercando di pensarci.

Ero un parrucchiere prima [TikTok] quindi avevo tutti i tipi di persone che varcavano la porta. Questo mi ha sicuramente dato alcune idee per i personaggi. Ma le persone che commentano, esamino i miei commenti ogni giorno per vedere cosa piace alle persone, cosa non piace alle persone, cosa chiedono le persone e come posso rappresentare le persone. Direi che probabilmente la metà dei miei personaggi proviene dal mio pubblico quando qualcuno suggerisce: “Oh mio dio, hai assolutamente bisogno di un personaggio da fratello” e io sono tipo “OK, creerò questo personaggio”. Il mio pubblico mi ha assolutamente aiutato ad arrivare dove sono con lo sviluppo del mio personaggio.

Un TikToker che non utilizza TikTok

Non faccio le tendenze troppo spesso — di solito mi concentro su contenuti completamente originali — ma se c’è una tendenza in cui penso di potermi adattare o c’è un creatore che voglio mettere in evidenza e duettare, allora va bene per me . Finché riesco a dargli una sorta di svolta originale, lo farò. Ma onestamente, e le persone potrebbero venire da me per averlo detto, ma in realtà non guardo TikTok così spesso perché è il mio lavoro e perché ci sono sempre pienamente. L’unica volta che scorro è se non ho letteralmente nient’altro da fare o sono le prime ore della notte o semplicemente leggo i miei commenti o se le persone mi inviano cose. Grazie a Dio per i miei amici perché saranno [share with me what’s] di tendenza in questo momento. Ma rimani bloccato in quel buco e so che il buco di TikTok non è salutare.

Alcuni marchi scelgono ancora YouTube su TikTok

Ottengo molti accordi con i marchi in cui vogliono un TikTok e poi vogliono un cortometraggio di YouTube o vogliono un’integrazione YouTube di 60 secondi e quindi vogliono anche frame a tre piani e un post su Instagram da scrivere di ottenere tutto. Ma poi ci sono alcuni marchi che vogliono solo un’integrazione di 60 secondi con YouTube e continueranno a tornare per quell’integrazione con YouTube solo perché è quello a cui sono abituati.

Molti marchi non hanno sperimentato TikTok e nemmeno Instagram. Trovo che molti marchi siano più attratti da YouTube. Ma mi piace di più fare pubblicità per TikTok perché di solito chiedo la piena libertà creativa con TikTok e essenzialmente lo trasformo in una delle mie scenette. YouTube è un po’ più difficile perché non gioco molto con i miei personaggi, quindi ha bisogno di essere in qualche modo collegato al video in qualche modo.

    Why TikTok creator Kris Collins takes a scripted approach to content and doesn’t rely on popular trends to gain followers



  • LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here