Please wait..

Richard Benson: chi è? Chitarrista, morto, malattia, pollo, causa morte

Richard Benson è stato un chitarrista, cantante e personaggio televisivo molto particolare. Ci ha lasciati il 10 maggio del 2022 all’età di 67 anni dopo una lunga lotta per la vita. La notizia del decesso è stata diffusa sul profilo Facebook: «Carissimi amici ed amiche, dobbiamo purtroppo darvi la notizia più brutta possibile. Richard ha lottato come un leone anche questa volta contro la morte e purtroppo non ce l’ha fatta. Ci ha lasciato. L’ultima volta però ci ha detto: “Se muoio, muoio felice”».                                Ma chi era precisamente? Cosa ha dovuto affrontare prima di andarsene? Scopriamolo.

Chi era?

Richard Philip Henry John Benson è nato a Woking, in Inghilterra da madre italiana e padre inglese, il 10 marzo del 1955. Ha trascorso però, essendosi trasferito insieme alla famiglia in giovane età, gran parte della sua vita in Italia, precisamente a Roma, dove si è anche spento. Ad arricchire la sua vita è stato il suo amore più grande: sua moglie Ester Esposito, con la quale ha trascorso la bellezza di 25 anni. La sua vita proseguì alla grande tra concerti, film e interviste, fino agli ultimi anni della sua vita, quando cadde in disgrazia. Disperato, insieme alla moglie, arrivò al punto di chiedere sostegno ai suoi followers. Durante la richiesta d’aiuto, Benson raccontò di avere problemi cardiaci e di trovarsi in costante rischio di vita. Il messaggio funzionò meglio del previsto: oltre gli aiuti singoli, vennero organizzati veri e propri concerti con l’obbiettivo di donare alla famiglia il ricavato.

 La sua carriera

La sua carriera ebbe inizio negli anni 70 successivamente alla frequentazione dei club romani. Venne notato dalla trasmissione radiofonica di Renzo Arbore, chiamata Per voi giovani, la quale rese il suo nome popolare. Venne poi seguito dal gruppo radiofonico Buon vecchio Charlie e successivamente dal gruppo Quelli della notteche incrementarono ancora di più la crescita dell’artista. Dagli anni 90 invece iniziò il suo percorso musicale, partendo da Radio Rock dove ottenne popolarità e arrivando ad esibirsi dentro locali romani, in cui venne definito “fenomeno trash” a causa delle ferite sul corpo e degli amplessi simulati. Sempre in questi anni entrò a far parte del mondo cinematografico, apparendo nel film Maledetto il giorno in cui ti ho incontrato di Carlo Verdone, in cui interpretò se stesso. Negli anni 2000 si ridedicò alla musica, pubblicando il suo primo album solista chiamato Madre Tortura. Nel 2012 iniziò a fare diverse interviste, ad esempio nel programma La valigia dei sogni di Simone Annicchiarico o per Ottava nota, programma critico musicale. Nel 2013 condusse invece il programma Rock Machine, trasferendosi poi nel suo canale tv online Richard Benson TV.  Nel 2015 firmò un contratto con la INRI (etichetta discografica indipendente) con la quale pubblicò L’inferno dei vivi, I Nani e Duello Madre. Nel 2019 aprì anche il suo primo canale Youtube dove pubblicava brani blues e pop eseguiti con la chitarra classica. Nel 2021 vinse invece il premio Festival Intercomunale del cinema amatoriale di Brescia, per aver diffuso il suo rock. Nel 2022 decise quindi di avviare un progetto di Rock Sinfonico collaborazione con Simone Sello, ma morì prima della realizzazione di ciò.

 

 

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker