Attiva da 30 anni e quotata alla Borsa italiana di Milano, Azimut è la prima realtà finanziaria indipendente nel settore del risparmio, specializzata nella gestione patrimoniale, offre servizi di consulenza finanziaria per gli investitori attraverso reti di consulenti. Il guppo è tra i maggiori asset manager indipendenti europei specializzati nel settore del risparmio gestito, con 18 centri di investimento distribuiti in tutto il mondo. Dal 2003 ad oggi vanta di 223mila clienti, 1800 consulenti e 53 miliardi di patrimonio di gestione. La Fondazione Azimut Onlus finanzia progetti di contrasto alla povertà, azioni per aiutare nella ricerca di lavoro e garantire la dignità dei soggetti fragili. In 10 anni ha erogato circa 8 milioni di euro nella lotta alla povertà.

Diverse tipologie di investimento

Investimenti differenti caratterizzati da un’impronta internazionale che hanno come unico comun denominatore la ricerca di un rendimento il più possibile decorrelato rispetto all’andamento del mercato con l’obiettivo di favorire l’immissione di liquidità nell’economia reale stimolandone la crescita e rendendola sostenibile nel lungo periodo e sono utilizzate per diversificare il patrimonio del cliente interessato. Questi Fondi di Investimento Alternativi possono essere sia di tipo “chiuso” che “aperto” dove, per i primi, il diritto di rimborso dei partecipanti avviene alla scadenza della durata del fondo stesso.

Per tutti i fondi, l’investimento minimo è di 1.500 € anche se, dopo il versamento iniziale è possibile aggiungere, in  qualsiasi momento,  versamenti successivi  di importo non inferiore a 500 € ciascuno. Esiste, inoltre, l’opzione di un piano pluriennale ovvero, di un investimento sistematico con versamenti mensili (di almeno 50 € ciascuno) per un periodo compreso tra 5 e 20 anni. Per quanto riguarda la convenienza dell’investimento, invece, per i fondi a gestione attiva la  valutazione è di base negativa poichè, presentando una serie di criticità, in 9 casi su 10 non rendono l’investimento conveniente. Analizziamo ora le principali tipologie di investimento proposte dal gruppo.

Private debt

Il finanziamento a medio-lungo termine che si adatta a piccole e medie imprese non quotate sui mercati regolamentati. Prestiti finanziari, crediti commerciali, mutui immobiliari ai finanziamenti a medio termine per aziende e pubblica amministrazione, prestiti performing e non.

Private equity

Una forma di investimento a medio-lungo termine nelle imprese non quotate ad alto potenziale di sviluppo e crescita. Mirano a ottenere un consistente guadagno in conto capitale dalla vendita della partecipazione acquisita o dalla quotazione in borsa.

Venture capital

È definito così l’apporto di capitale di rischio da parte di un investitore per finanziare l’avvio o la crescita di un’attività in settori ad elevato potenziale di sviluppo. Il finanziamento arriva nella fase di avviamento o di crescita.

Real estate

Riguardano investimenti nelle infrastrutture sociali (come strutture sanitarie ed educative, edilizia sociale e convenzionata, edifici legati a giustizia, servizi civici e di emergenza) che hanno un impatto diretto sulle comunità interessate.

Liquid alternative

Un portafoglio di investimenti diversificati (in imprese quotate e non) con l’obiettivo di ottenere un alto grado di liquidabilità e rendimenti superiori a quelli raggiungibili sui mercati tradizionali nei 5 anni successivi.

Soluzioni alternative di tipo “aperto”

Questi, sono strumenti di investimento che danno accesso a strategie alternative utilizzando strumenti liquidi e negoziabili sui mercati regolamentati.

I principali fondi Azimut

  1. Fondi della famiglia Azimut: azionari (Azimut Italia Alto Potenziale, rischio 6; bilanciati: Azimut Trading, rischio 5; flessibili: Azimut Dinamico, Azimut Scudo, Azimut Strategic Trend (rischio 5); Azimut Trend, Azimut Trend America, Azimut Trend Europa, Azimut Trend Italia (rischio 6); obbligazionari: Azimut Reddito USA e Azimut Solidity (rischio 4), e Azimut Trend Tassi (rischio 3).

2. Fondi Formula1, a quota giornaliera: F1 Absolute (rischio 6); Formula Target 2021 Equity Options (rischio 5).