Tra le più grandi società di investimento nel campo delle biotecnologie del mondo, BB Biotech, è quotata dal 2000 sul listino di Borsa Italiana dove è presente nell’indice FTSE Italia STAR. L’azienda svizzera che investe prevalentemente in laboratori che sviluppano nuove medicine, ha chiuso il primo semestre 2022 con una perdita netta di 532,93 milioni di franchi svizzeri, risultato che si confronta con l’utile di 349,5 milioni contabilizzato primi sei mesi dell’esercizio precedente, in conseguenza a perdite nette su titoli per 510,65 milioni. Cambiamento registrato anche sul versante dei ricavi che si sono ridotti da 379,82 milioni di franchi svizzeri a 783mila franchi svizzeri. Bilancio non proprio positivo per il secondo trimestre in cui BB Biotech ha contabilizzato una perdita di 233,07 milioni di franchi.

A giugno, il portafoglio di BB Biotech era costituito da 31 posizioni. Il portafoglio è stato concentrato in modo tale che 2/3 del capitale sia ora investito in 8 società che generano ricavi; di queste, 4 conseguono utili sostenibili da anni, mentre le altre presentano bilanci solidi e stanno per conseguire cash flow positivi. A fine giugno le maggiori partecipazioni di BB Biotech erano Ionis Pharmaceuticals (11,8% del portafoglio), Argenx (11,5%), Neurocrine Biosciences (9,1%) e Vertex Pharmaceuticals (9%). Inoltre, il management di BB Biotech ha segnalato che il team di gestione ha innalzato il livello degli investimenti dal 110,9% di inizio anno al 113,2% alla fine del semestre in linea con il range di riferimento del 95%–115%.

Risultati attesi

Dati alla mano, emerge indubbiamente una proiezione rialzista. Tuttavia, dopo avere superato la resistenza del primo obiettivo di prezzo, le quotazioni sono rimaste bloccate all’interno del trading range 57,5 euro – 60,5 euro. Allo stato attuale, solo la rottura di uno di questi livelli potrebbe dare direzionalità alle quotazioni. Inoltre, il raggiungimento della massima estensione rialzista potrebbe portare le quotazioni sui massimi annuali. Mentre, al ribasso, invece, non si potrebbero escludere ritorni sotto area 50 euro.

Cosa dicono gli esperti

Ciononostante, secondo gli esperti, le azioni BB Biotech presentano sia vantaggi che svantaggi. Tra i punti di forza del titolo:

  • previsto, per i prossimi anni, un considerevole aumento del fatturato con un tasso di crescita importante;
  • interessanti multipli degli utili;
  • poco valorizzata se rapportata al valore del suo attivo netto contabile;
  • l’attesa di un rendimento al 7%, considerate le stime dei futuri dividendi, rende questi titoli particolarmente interessanti per tutti quegli investitori in cerca di rendimento;
  • le stime dell’ultimo anno sul fatturato della società sono state riviste al rialzo, come anche quelle di redditività per i prossimi esercizi;

Tra i punti deboli, invece, meritano attenzione una serie di fattori:

  • limitato potenziale di progressione dell’Utile Netto per Azione (EPS) per i prossimi anni;
  • margini fragili sono delineati dalla redditività dell’azienda al netto di interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti;
  • livelli di redditività insufficienti;
  • la situazione finanziaria del gruppo non è delle migliori;
  •  la società presenta una forte valorizzazione (con un valore aziendale stimato di 4.5 volte il fatturato dell’esercizio in corso);
  • nell’ultimo anno, l’opinione media del consensus degli analisti è stato rivisto negativamente;
  • difficoltà nel valutare l’azienda e la sua attività.

Pertanto, gli analisti suggeriscono di accumulare con un prezzo obiettivo medio capace di esprire una sottovalutazione del 25% circa. Insomma, a tutti gli interessati a cimentarsi nell’investimento BB Biotech attenzione, quindi, alla tenuta dei supporti in quanto la loro rottura potrebbe portare all’accelerazione al ribasso delle quotazioni.