Come investire oggi 40.000 euro? Ecco le 10 migliori idee

Come investire 40.000 euro in modo sicuro? Ci sono diverse opportunità e tutte molto differenti tra loro, a partire in primis dai fattori di rischio. Per i meno esperti nel settore degli investimenti sono consigliati gli investimenti a basso rischio anche se poi, con questi, il margine di profitto è indubbiamente limitato rispetto ad altri più rischiosi. Tuttavia, la possibilità di perdere denaro potrebbe concretizzarsi alla prima scelta sbagliata per questo è importante valutare attentamente sia il settore di riferimento che vantaggi e svantaggi dell’investimento stesso. Quindi, prima di scegliere l’investimento ideale è necessario prendere in considerazione una serie di fattori tra cui obiettivi personali, conoscenze, competenze ed esperienze, liquidità a disposizione ed infine il profilo di rischio.

Partendo dall’assunto che il rischio zero non esiste è importante prendere atto che, a prescindere dalla tipologia di investimento individuata, i guadagni saranno sempre direttamente proporzionali ai rischi. Per questo, gli investimenti a “basso rischio” rappresentano soluzioni sicure, ma meno vantaggiose rispetto ad altre. Infatti, più che sugli alti rendimenti, questi investimenti sono focalizzati sulla conservazione delle rendite, anche se queste poi crescono nel lungo periodo con tassi d’interesse irrisori. Mentre, invece, per quelli ad alto rischio sono solitamente adottati dagli esperti nell’ottica di un maggiore guadagno. Caratterizzati dall’elevata instabilità, dovuta agli andamenti di mercato e/o alle condizioni geo-politiche del periodo. Sono l’ideale per quelli che hanno dimestichezza sia delle dinamiche di mercato che delle strategie da adottare e possiedono gli strumenti per prevenire brusche oscillazioni riducendo le perdite.

1. Assicurazione sulla vita

Tutti gli investimenti che si possono fare per assicurare la nostra vita o quella dei nostri cari. Solitamente con un piccolo versamento mensile, ma anche con un unico versamento.

2. Conto deposito

Garantisce endimenti maggiori rispetto a quelli di un conto corrente. Sono strumenti finanziari che permettono di depositare somme di denaro destinate a maturare grazie agli interessi. Questi rappresentano investimenti dal rischio irrisorio e quindi particolarmente sicuri. Per cui, indipendentemente dalla banca, anche gli interessi maturati saranno molto bassi: dallo 0,80% al 2%. Suddivisi in 2 tipologie: quelli vincolati, (bloccano la somma sul conto per un massimo di 36-48 mesi) e quelli non vincolati (non hanno vincoli di tempo e il denaro può essere prelevato e depositato in totale libertà)

3. Buoni fruttiferi postali

Garantiti dello Stato Italiano e di Cassa Depositi e Prestiti, i BFP sono l’investimento ideale per coloro che non vogliono rischiare i propri risparmi. Vantaggi: tassazione agevolata al 12,5% e non-suscettibilità agli andamenti di mercato. La crescita della rendita poi varia in base alla durata dell’investimento.

4. Forex (foreign exchange)

Investimento incentrato sullo scambio di valute internazionali. Nel Forex si opera attraverso il trading online. E’ richiesta esperienza e conoscenza dei mercati per prevenire andamenti negativi. Gli scambi sono basati su coppie di valute, è quindi un investimento influenzato dai tassi di cambio. L’alto fattore di rischio è dovuto all’utilizzo della leva finanziaria, con lo scambio di somme di denaro non disponibili.

5. Materie prime

Una speculazione sui valori. Incentrato sui prezzi di materie come petrolio, diamanti, oro, mais o caffè. L’elevato fattore di rischio è dovuto alle oscillazioni dei valori di queste risorse.

6. Investimenti imprenditoriali

Dedicati a chi intende avviare un’attività in proprio per l’apertura di una nuova attività, la gestione, un mutuo, etc… Tenendo conto che dovranno passare minimo 6 mesi prima di superare le spese con i guadagni attivi (break-even point).

7. Attività in franchising

Aprire un proprio negozio con un capitale ridotto, anche inferiori ai 40,000 euro come gelaterie e ristorazione, negozi di abbigliamento, agenzie di viaggi, etc… Avendo la concessione, tuttavia, colui che aprirà il negozio non sarà mai proprietario del marchio, può potrà godere degli introiti realizzati.

8. Attività in proprio

Aprire un’attività commerciale in proprio con annessa valutazione delle spese e di un piano di business per determinare il settore di riferimento, target clienti, competitor, sede fisica, dimensioni attività, dipendeti, etc…

9. Titoli di Stato

Bot, Btp, Cct e Ctz. Da sempre una delle scelte preferite dalle famiglie e dai piccoli risparmiatori italiani. Con questo investimento si prestano dei soldi a scadenza ad un’autorità statale e si ricevono interessi in cambio. Il tasso di interesse è in genere inversamente proporzionale al rischio del titolo, ma con titoli di stato sicuri si ha in mano un investimento praticamente garantito.

10. Investi in Start-up e PMI innovative: detrazione IRPEF del 50%

Come investire in start up e PMI innovative? L’Equity Crowdfunding permette di acquistare quote o azioni di aziende innovative, ma anche di PMI tradizionali, purchè le prospettive di crescita siano allettanti. Wearestarting.it, la piattaforma italiana di riferimento dell’equity crowdfunding, mette in contatto le startup o PMI con gli investitori: con solo 100€ è possibile investire nelle aziende crescenti del Belpaese, dando il proprio contributo alle loro concrete possibilità di sviluppo.

Autore

Show More
Change privacy settings

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker