Fondata nel 1999 da Confinity, PayPal Holdings, Inc. è una società statunitense che offre servizi di pagamento digitale e di trasferimento di denaro tramite Internet. In Italia offre servizi finanziari ai propri clienti operando quale istituto di credito. Nel 2002 viene acquistata da eBay, resa poi nel 2015 ad una società indipendente. Si presenta come un intermediario finanziario, un fornitore di servizi di pagamento o trasferimento di denaro. Un’idea che nasce con lo scopo di effettuare transazioni senza condividere i dati della carta con il destinatario finale del pagamento: il sistema infatti non trasmette i dati sensibili delle carte collegate al conto.

Con la registrazione gratuita sul sito web è possibile aprire un conto PayPal, che consente di effettuare o ricevere pagamenti, trasferire denaro, utilizzando l’indirizzo e-mail e la password come identificativo. Inoltre, è possibile associale all’account una carta di credito (massimo 8), una prepagata oppure un conto corrente bancario. A questo punto è possibile ricaricare il proprio conto PayPal dal conto corrente personale tramite bonifico, senza nessun costo. Così, dal conto PayPal sarà, dunque, possibile prelevare per effettuare acquisti on-line oppure in maniera inversa riportarli sul proprio conto bancario, sulla carta di credito o sulla prepagata. Inoltre, PayPal mette inoltre a disposizione, agli utenti che ne facciano richiesta, una carta di credito (operante su circuito VISA) e una carta prepagata (operante su circuito MasterCard).

Più sicurezza e meno truffe

Una garanzia di sicurezza. Non tutti sanno che dal 2020 si può comprare e vendere criptovalute direttamente dall’account di Paypal. Con Paypal si possono comprare Bitcoin a partire da un importo minimo di 1$. Basta avere un account abilitato PayPal Cash, recarsi nella sezione Crypto dal proprio menu e selezionare la voce Bitcoin. E’ possibile comprare anche altre criptovalute come Litecoin, Bitcoin Cash ed Ethereum. Purtroppo però questa opzione è disponibile solo per residenti USA mentre in Italia è ancora necessario passare tramite le piattaforme di trading online. Perchè comprare bitcoin con PayPal? Sicuramente per la garazia di transazioni più sicure. Infatti, i casi di truffe legate agli Exchange per comprare Bitcoin sono piuttosto frequenti e il più delle volte, i dati della carta di credito vengono rivenduti mentre, nel frattempo, l’Exchange chiude e sparisce, insieme al denaro versato.

Ecco quindi che per limitare i danni delle truffe, sempre più investitori ricorrono ai pagamenti tramite PayPal. Tra le migliori: eToro, Xtb, Trade e Iq Option. Oltre a comprare, è possibile anche vendere “allo scoperto” il Bitcoin. Senza necessariamente averlo prima comprato: è un’operazione puramente speculativa che garantisce profitti elevati nel caso di una riduzione del valore del Bitcoin. Facile, senza pagare commissioni, nè rischiare truffe. Questi, i principali motivi per cui i trader dovrebbero preferire PayPal. Quindi, comprare Bitcoin con Paypal, è sicuro e la migliore piattaforma in assoluto è eToro, ma ce ne sono tante altre validissime dove, ad esempio, è possibile anche comprare Bitcoin con Paypal su Coinbase, anche se non conviene per via delle commissioni elevate.

Inoltre, gli acquisti con Paypal sono semplici e alla portata di tutti, ma non è possibile farli in forma anonima. Utilizzando piattaforme regolamentate e autorizzate i fondi personali verranno separati dai fondi aziendali della società. Insomma, nella scelta, prediligere sempre le piattaforme regolamentate che rispettano le normative MiFID. Tra le normative più importanti ricordiamo quella sulla segregazione dei fondi dei clienti (i fondi vengono separati dai fondi della società). Inoltre, quelle regolamentate in Europa sono obbligate a prevedere l’utilizzo del fondo di compensazione degli investitori, ICF (Investor Compesantion Fund). Tutte queste piattaforme sono poi sottoposte a continui controlli degli enti (CySEC per l’Europa ed FCA per il Regno Unito).