Fare trading online impone la conoscenza delle regole di mercato e delle tecniche di base, ma soprattutto richiede una strategia ben precisa come, ad esempio, lo swing trading.

Lo swing trading è una strategia di breve termine che punta a massimizzare il profitto dalle variazioni di prezzo.

Riguardo al suo significato swing vuol dire oscillazione, e prende il nome dall’andamento sinusoidale dei flussi dei prezzi (swing significato).

Individuando il momento adatto per entrare sull’asset e monitorando l’andamento del prezzo, tramite la tecnica swing l’investitore sceglierà il valore raggiunto il quale potrà chiudere la posizione.

Swing trading: come funziona

Le strategie di trading online sono molteplici e si basano su differenti approcci.

Gli investitori istituzionali e quelli che hanno a disposizione ingenti capitali, preferiscono tenere aperta una posizione anche per anni, in modo da trarre profitto dal trend di lungo periodo.

Una volta stimato il valore oltre il quale l’asset potrebbe invertire la propria direzione, il trader vende il titolo.

Con la strategia trading swing, chi investe il proprio capitale manterrà la propria posizione solo per pochi giorni, al massimo per alcune settimane.

La chiave del successo dell’operazione consiste nell’individuare il momento migliore per entrare, così da avere un buon margine di manovra al momento di vendere.

Naturalmente, nel fare ciò, il trader utilizzerà l’analisi tecnica per valutare i possibili segnali che anticipano il movimento del prezzo.

Scegliere il momento giusto consente di massimizzare il profitto dell’operazione perché in questo modo l’investitore aumenterà il delta tra il prezzo di ingresso e il valore di vendita.

Tutto ciò avviene in un lasso di tempo breve e rende possibile effettuare un elevato numero di operazioni nel corso del mese.

In momenti di ampie fluttuazioni e alta volatilità (come indica il significato di swing), attraverso il sistema swing trading l’investitore tenterà di acquistare l’asset al prezzo più basso possibile.

Ciò implica la necessità che eventi esogeni, come dati macroeconomici e interventi delle autorità centrali, determinino repentine inversioni di tendenza.

Swing e day trading: quali le differenze

Ad un occhio poco esperto, le strategie potrebbero sembrare simili, e per certi aspetti swing e day trading hanno molti punti in comune.

In entrambe le tecniche l’orizzonte temporale è breve e in ogni caso l’aspetto basilare dell’operazione è quella di individuare con maggior precisione possibile i segnali di trading e i prezzi di entrata e uscita.

Nel day trading, e ancor di più nello scalping, si opererà in un lasso di tempo ancor più breve, e si chiuderanno le operazioni dopo pochi minuti, alla fine della giornata o al massimo il giorno dopo.

La strategia swing trading non richiede, come in quest’ultimo caso, di seguire con attenzione e per l’intera giornata l’andamento dei mercati.

Occorrerà, invece, monitorare le notizie macroeconomiche e politiche che potrebbero determinare variazioni improvvise e richiedere un intervento immediato.

Vantaggi e svantaggi della swing strategy

Il primo vantaggio tangibile di questa tecnica è quello di avere maggior tempo a disposizione rispetto a chi è costretto a seguire il mercato per ore ed ore.

La strategia frutterà i risultati nell’arco di qualche giorno e ciò consentirà anche di ottenere margini più elevati, possibili se si mantiene una posizione aperta per più tempo.

Lo svantaggio, o meglio il maggiore rischio, consiste nella possibilità che la posizione overnight impedisca di intervenire prontamente in caso di variazioni repentine.

I mercati internazionali lavorano con differenti fusi orari e ciò, soprattutto nel Forex swing trading o nella swing trading crypto, può determinare anche ingenti perdite finanziarie.

Per tale motivo, la strategia di swing trading richiede una notevole padronanza dell’analisi tecnica.