Please wait..

Bonus 2100 euro senza Isee: requisiti, chi può chiederlo

Sono veramente tanti i nuovi bonus previsti dalla Legge di Bilancio del 2023, istituiti specificamente quest’anno vista la condizione economica dell’Italia, ma ce ne sono anche tanti altri che sono stati confermati. La maggior parte di questi sono volti a dare un aiuto alle famiglie e alle loro spese giornaliere. Uno su tutti è quello relativo all’assegno unico e universale per i figli, che racchiude il bonus nascita, l’assegno per il nucleo familiare e quello per la natalità per chi conta almeno 3 figli. Inoltre, sono previste anche le detrazioni fiscali per i figli fino ai loro 21 anni. Questo bonus spetta a chiunque abbia un figlio minore, un neonato o un maggiorenne fino a 21 anni senza l’obbligo di avere entrambe i genitori occupati lavorativamente ed è comunemente detto Bonus 2100 euro senza Isee.

 

Bonus 2100 euro senza Isee: cos’è e quali sono i requisiti

Come detto in precedenza, il bonus di cui abbiamo parlato riguarda tutte le famiglie con un minore o un neonato a carico, e anche uno o più figli finchè non raggiungono i loro 21 anni di età. Inoltre, l’assegno si estende anche a chi ha dei figli che sono registrati come disoccupati, ma che sono alla ricerca di lavoro. Questo bonus ha la finalità di aiutare il più possibile le famiglie e i giovani, cercando di dare sostentamento e benefici e per cercare di dare una mano il più possibile a chi potrebbe trovarsi in difficoltà. Per questo motivo, non ci sono neanche limiti di Isee. Il modello di quest’ultimo, infatti, non deve essere per forza presentato e non dovrà essere tenuto in considerazione per richiedere il Bonus. Ecco perchè viene definito ‘universale‘, ossia accessibile a tutti senza alcun limite.

 

Come funziona il Bonus da 2100 euro

Non c’è l’obbligo di dover presentare il modello Isee, ma volendo lo si può anche fare. Senza mostrare questo modello, infatti, ci si può basare sui requisiti minimi dell’Isee, mentre se lo si presenta ed è più alto del minimo l’importo viene ricalcolato in base a quest’ultimo. Ecco perchè viene considerato accessibile a tutti, perchè non c’è nessun limite minimo di importo e nessun requisito da dover rispettare, con la possibilità di poterne usufruire sia senza che con il modello Isee. Si chiama così perchè 2100 euro è la somma massima annuale che una famiglia potrà ricevere a seconda di determinate condizioni.

Come richiedere il Bonus

Richiedere questo bonus (o assegno unico) è molto semplice: bisognerà inoltrare la domanda dall’1 gennaio di ogni anno e la richiesta terrà in considerazione dal mese di marzo dell’anno in cui è stata mandata al mese di febbraio dell’anno successivo. Bisognerà specificare per quanti figli si sta facendo la richiesta ed è necessario inoltrarla ogni anno, altrimenti una volta scaduto il tempo utile non verrà più presa in considerazione fino all’anno seguente. E’ sicuramente un passo in avanti ed una mano da parte dello Stato verso le famiglie e gli italiani che potrebbero avere bisogno di un sostegno per andare avanti, con la speranza che possano poi essere soddisfatti economicamente anche dal proprio lavoro.

Autore

Exit mobile version