Quanto costa noleggiare un camper? Forse in tanti inizieranno a familiarizzare con questa domanda, almeno stando agli ultimi dati relativi a quanto scelgono questa opzione per le vacanze.

Facciamo un passo indietro.

Il fenomeno del noleggio del camper come soluzione alternativa per andare in vacanza, aveva già preso piede in Italia negli anni scorsi.

La pandemia, le limitazioni e la necessità di prestare maggiore attenzione alle interazioni anche durante le vacanze, ha dato ulteriormente spinta al settore.

Oggi si parla di boom di prenotazioni, considerando che il nostro Paese è la meta preferita per chi sceglie il noleggio camper come modo per godersi le vacanze o i week end.

Nuove formule

A dare ulteriore slancio al comparto, sono arrivate nuove formule, innovative nei contenuti e nella modalità di gestione.

Accanto al tradizionale nolo camper e caravan, adesso si può scegliere di ricorrere allo sharing, e ci si può rivolgere a portali sempre più aggiornati e ricchi di contenuti e servizi.

Lo sharing consiste nel cedere il proprio camper a noleggio a persone interessate, il tutto velocemente e con pochi passaggi burocratici.

Il vantaggio per i proprietari è di poter abbattere i costi di gestione ed ammortizzare l’impegno finanziario dell’acquisto, mentre le tariffe del camper in affitto saranno più basse della media.

Un altra formula interessante è quella dell’agricampeggio.

Si tratta della classica esperienza da vivere in agriturismo o azienda agricola ma pernottando sul proprio camper.

Inoltre, molti siti specializzati e portali dedicati, offrono pacchetti completi che, oltre all’affitto camper includono itinerari già organizzati, visite e prenotazioni comprese.

Quanto costa noleggiare un camper?

Veniamo al capitolo costi (noleggio camper prezzi).

Come si può intuire, i costi dipendono da tanti fattori, in primis la tipologia di mezzo scelto.

Sarà più economico un furgone di piccole dimensioni rispetto ad un imponente motorhome, e questo è facilmente immaginabile, ma occorre considerare anche altri fattori.

Esistono, ad ogni modo, molte alternative che ricomprendono anche furgoni camperizzati, caravan e camper mansardati e profilati.

Anche l’area geografica può influire sui costi, dato che il prezzo varia da nord a sud e nelle isole.

Infine, un contratto di noleggio in bassa stagione varierà di molto rispetto al prezzo previsto per un periodo in alta stagione.

Quanto costa affittare un camper, dunque?

Le tariffe, come detto, variano in base ai fattori appena illustrati ma, in linea di massima, risultano abbastanza omogenei (prezzi camper).

Al Nord, i costi (camper noleggio) variano dagli 80 euro al giorno in bassa stagione ai 160 in alta stagione per un mezzo a 2 posti, mentre la forchetta tra BS e AS sarà 170/200 euro al giorno per un camper con abitabilità superiore a 4 posti.

Al Centro, prezzi allineati.

In BS 70/140 euro al giorno per un 2 posti, 140/190 euro al giorno in AS per mezzi di dimensioni maggiori.

Al Sud e nelle Isole stesso discorso.

Prezzi da 90/140 euro al giorno in bassa stagione per 2 posti, tra i 150/180 al giorno per camper superiori a 4 posti.

Requisiti

Possono guidare un camper solo le persone che hanno siglato il contratto, a patto di avere almeno 21 anni ed essere in possesso di patente B in corso di validità.