Una recente classifica stilata da esperti internazionali e addetti al settore alimentare, ha confermato la prima posizione del Parmigiano Reggiano come formaggio più popolare al mondo.

Un primato che, di recente, ha rischiato di essere minacciato dal cosiddetto Nutri-score, un sistema di etichettatura proposto in seno alla Comunità Europea.

Visto come un vero attentato al Made in Italy alimentare, questo sistema assegnerebbe un bollino rosso agli alimenti ricchi di zuccheri e grassi, col rischio di promuovere molti dei prodotti spazzatura che si trovano sugli scaffali dei supermarket.

Ma il Parmigiano, evidentemente, ha superato l’insidia e, grazie al buon senso, è stato nuovamente incoronato.

Prima di scoprire quanto costa e quanto pesa una forma di Parmigiano, facciamo un piccolo riepilogo delle sue caratteristiche.

Cos’è il Parmigiano?

Il Parmigiano Reggiano è un formaggio a pasta dura che viene ricompreso nel novero dei formaggi grana.

Parliamo di un formaggio DOP, prodotto con latte vaccino parzialmente scremato, che non prevede l’utilizzo di additivi.

La zona di produzione può essere individuata tra le provincie di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma.

Insieme al Gorgonzola e al Grana Padano, è il formaggio con maggiore produzione in Italia.

Quanto costa una forma di Parmigiano?

Diciamo subito che, essendo un prodotto artigianale, forme e peso non presentano valori precisi.

A seconda della taglia prescelta, il peso forma Parmigiano standard oscilla tra i 25 e i 50 kg.

Tale valore dipende anche dall’invecchiamento, in quanto i formaggi meno stagionati, grazie alla loro densità maggiore, pesano di più.

Stesso discorso per il peso.

Non è facile stabilire un valore univoco, perché la forma Parmigiano Reggiano può variare, come visto, per taglia, peso e stagionatura.

Per il Parmigiano Reggiano prezzo comunque a partire dai 15/16 euro al kg per la stagionatura di 20 mesi.

In questo caso, una forma intera occorrerà spendere 5/600 euro.

Prezzi decisamente più elevati per le forme di Parmigiano a maggiore stagionatura, perché con il passare del tempo aumenta l’intensità del sapore e la persistenza dell’inconfondibile odore.

Le forme parmigiano 40 mesi DOP possono arrivare a 800 euro, mentre occorrono circa mille euro per il 24 mesi Vacche Rosse.

Varianti e caratteristiche

Se parliamo di macro categorie, possiamo ricomprendere questo formaggio in tre gruppi: Parmigiano Reggiano, Grana Trentino e Grana Padano ma le varianti sono tante.

Oltre alla versione tradizionale, troviamo il Parmigiano Vacche Rosse e Vacche Brune, Mezzano, di Montagna e il Parmigiano Biologico.

La stagionatura, secondo il tipo, varia dai 12 ai 72 mesi mentre in cucina si può grattugiare o mangiare a scaglie.

Mediamente, tra i principali valori troviamo il 32% di proteine, il 30% di grassi e un valore calorico di circa 400 kcal.

In conclusione

Qualche consiglio utile, infine, per l’acquisto e la conservazione.

Essendo prodotto in grande quantità, è possibile trovarlo facilmente al supermercato, presso i negozi di alimentari e anche online, sebbene sia consigliabile rivolgersi al caseificio.

Una volta aperta la forma, si consiglia il consumo in poche settimane, oppure di conservare il formaggio in frigo, in contenitori ermetici per conservarne il sapore ed evitare che si secchi.