Il turismo è uno dei settori che maggiormente ha risentito della crisi economica e delle limitazioni pandemiche.

L’intero comparto ha vissuto un periodo di depressione con voli azzerati, alberghi vuoti e un impatto potenzialmente devastante dal punto di vista occupazionale.

Anche la drammatica crisi tra Ucraina e Russia ha pesato, per non parlare dei livelli di inflazione e dei rincari relativi alla bolletta energetica.

Per fortuna le attese sono per una ripresa economica per il 2023, e in questi casi il turismo riparte e i viaggi ritornano tra le attività preferite.

Forse è presto per parlare di vacanze estive ma le gradi capitali mondiali attirano sempre un’enorme quantità di turisti nel corso di tutto l’anno.

Una delle mete più gettonate è, come si può immaginare, la Grande Mela.

Ma quanto costa un viaggio a New York?

Quanto costa un viaggio a New York?

Prima di affrontare il capitolo costi, chiariamo subito che l’argomento richiede un approccio necessariamente sui generis.

Costi viaggio abbordabili?

Sono troppe le variabili che incidono su un viaggio simile e per forza di cose occorre fare una media e impostare il discorso su un target tipizzato, magari considerando le abitudini di viaggio per due persone.

Una veloce ricerca sui portali specializzati, consentirà di appurare che, in media, un soggiorno ai piedi della Statua della Libertà dura una settimana.

Per stabilire quanto costa una settimana a New York, consideriamo solo le spese prioritarie, effettuate tenendo presente il criterio del massimo risparmio, preventivando un itinerario base.

Per andare a New York, Volo e Hotel sono, ovviamente, i fattori basilari che incideranno per buona parte sul nostro budget.

Gli alberghi, infatti, sono piuttosto cari in ogni stagione ma potrebbe capitare di imbatterci in ottime offerte, purtroppo non coincidenti con offerte simili riguardo ai voli.

Il rischio di sforare è, dunque, dietro l’angolo e per sapere quanto costa un biglietto per New York, bisogna prima individuare il periodo migliore.

In bassa stagione, i prezzi oscillano tra i 300 e i 400 euro a persona mentre, tra luglio e dicembre, possono superare abbondantemente i 900 euro a testa.

Consigli per risparmiare

Il primo, ovvio, suggerimento è quello di organizzare il viaggio per tempo e prenotare con largo anticipo.

Un altro consiglio è quello di considerare prioritariamente voli diretti.

In questi caso uniremo l’indubbia comodità al quasi certo risparmio perché, contrariamente a quanto si possa immaginare, gli scali non sempre consentono di pagare di meno.

Il periodo più economico per andare a New York, comunque, è da gennaio a marzo.

Dove pernottare?

Se risulta impossibile stabilire con certezza quanto costerà il volo, per gli alberghi il discorso è ancora più complesso.

Naturalmente anche qui prenotare in anticipo consentirà di pagare di meno, ma bisognerà considerare altri fattori.

In un viaggio fai da te, bisogna prendere in considerazione anche i costi degli spostamenti, e scegliere un hotel che propone prezzi bassi ma lontano dal centro e dalla metro o dalle fermate dei bus, richiederà costi aggiuntivi.

In media, se riuscissimo a spuntare un prezzo tra i 90 e i 100 dollari a notte potremmo ritenerci più che soddisfatti.

In conclusione

Per un viaggio a New York costi sostenibili?

Per due persone occorre stabilire un budget di almeno 2mila euro, considerando itinerari base. Oltre a quanto costa andare a New York bisogna considerare anche quanto costa vivere a New York.

La città che non dorme mai, infatti, non è proprio una meta economica, anche se un viaggio a New York organizzato in autonomia può essere la soluzione giusta per risparmiare un po’.