Grazie ai suoi panorami spettacolari, la Valtellina è una delle destinazioni di montagna più amate del nostro Paese. Ma non solo: rendere questa zona irresistibile, oltre ai paesaggi, è la sua cucina. Le ricette valtellinesi, infatti, conquistano i visitatori grazie alla loro semplicità, al gusto delicato ma intenso e agli ingredienti genuini che le compongono. Tra primi, secondi, antipasti e contorni c’è l’imbarazzo della scelta, ma tra tutti alcuni piatti spiccano particolarmente. Ecco quali sono i piatti tipici della Valtellina che, se andate a visitare la zona, non potete proprio non assaggiare.

Valtellina in tavola: i piatti valtellinesi da non perdere

A caratterizzare la cucina valtellinese sono i prodotti genuini della terra e i sapori decisi e gustosi, tipici della cucina di montagna. Il piatto più amato e conosciuto universalmente sono i pizzoccheri, il primo che non può mai mancare sulle tavole della valle. Si tratta di un tipo particolare di pasta, preparata con un impasto di farina bianca 0 e farina di grano saraceno. Simili alle tagliatelle per forma e consistenza, i pizzoccheri vengono conditi da tradizione con verza, patate, formaggio locale e burro. Un vero piatto contadini, semplice e irresistibile.

Il grano saraceno è alla base di molte preparazioni della cucina valtellinese. Serve, per esempio, per preparare gli sciatt, irresistibili frittelle tonde ripiene di Bitto, il più famoso formaggio locale. Da gustare ancora calde filanti, queste frittelle hanno un nome dialettale che vuol dire “rospo”: questo si deve alle strane forme irregolari che l’impasto liquido assume mentre frigge nell’olio bollente.

Molto simili agli sciatt sono i chiscioi. Si tratta sempre di frittelle di grano saraceno e formaggio fuso, ma in questo caso la forma è più schiacciata e non rotonda, e la cottura avviene in padelle con pochissimo olio e fuoco molto lento. Tra i secondi, invece, spiccano i taroz, specialità contadina composta da un purè di patate, fagioli e fagiolini conditi con formaggio e burro del territorio.

E come dimenticare la polenta, il piatto montano più amato. In Valtellina si mangia la polenta taragna, preparata con farina di grano saraceno e farina di granoturco, e condita con una ricca squagliata di formaggio Formai de Mut dell’Alta Valle Brembana.

Ricetta pizzoccheri alla valtellinese 

I pizzoccheri sono il piatto tradizionale più amato e famoso della Valtellina, preparati solo da chi conosce bene la ricetta e i procedimenti. Tuttavia, per coloro che desiderano provare a farli in casa e scoprire l’autentico sapore della Valtellina, ecco la ricetta originale. I pizzoccheri sono un piatto tipico della Valtellina, preparati con farina di grano saraceno e altri sfarinati. Il condimento tradizionale della zona del riconoscimento include patate a cubetti, verza o bietole (a seconda della stagione), formaggio Valtellina Casera, burro, aglio e Pesteda. Mescolare la farina 00 e quella di grano saraceno in una ciotola. Dopo aver trasferito l’impasto sulla spianatoia infarinata, lavoratelo con le mani fino a renderlo omogeneo e compatto. Utilizzando il matterello, stendete la pasta fino ad ottenere una sfoglia uniforme. Successivamente, tagliate la sfoglia in strisce larghe una decina di cm e poi riducete ogni striscia in diagonale per ottenere delle striscioline larghe 1 cm. Per preparare gli ortaggi, pelate le patate e tagliatele a mezze rondelle. Preparate una grande pentola d’acqua salata e, quando bolle, immergete le foglie di verza. Prendete gli spicchi di aglio e tagliateli a metà. Fate cuocere il tutto nel burro. Nel frattempo, immergete i pizzoccheri nell’acqua in cui stanno già cuocendo la verza e le patate e lasciateli per 10 minuti. Scolate tutti gli ingredienti con una schiumarola, disponeteli sul piatto e conditeli a strati con cubetti di formaggio, burro non aromatizzato all’aglio e abbondante grana padano grattugiato.

Il segreto delle ricette valtellinesi? I prodotti di prima qualità

Come abbiamo capito dalla nostra panoramica, i piatti tipici valtellinesi sono semplici, fatti di ingredienti contadini e poche preparazioni. Cosa li rende, allora, così speciali? Buona parte del merito va ai prodotti tipici locali, delle vere e proprie eccellenze apprezzate in tutto il mondo. Primo fra tutti il formaggio, un grande vanto del territorio: Bitto e casera sono i più famosi, e i più utilizzati dei piatti della tradizione.

Tra i prodotti valtellinesi più gustosi troviamo anche i salumi, in particolare la bresaola della Valtellina, dal sapore inconfondibile e dal gusto irresistibile. In valle vanno forte anche nella preparazione del vino: il rosso di Valtellina è un vino DOC tra i più pregiati, perfetto per accompagnare una gustosa cena a base di piatti tipici.