Ovaio Multifollicolare: cos’è, come si riconosce, gravidanza

Come è possibile intuire già dal nome, con il termine ovaio multifollicolare, detto anche ovaio multicistico, si intende un ovaio caratterizzato da una quantità di follicoli superiore alla norma. Non si tratta di una condizione preoccupante, anzi è considerata comune alle donne che hanno buone riserve ovariche.

Cos’è l’ovaio multifollicolare

L’ovaio multifollicolare è una condizione che si presenta quando la donna ha numerosi follicoli all’interno delle ovaie, che tendono ad essere più grandi della norma. I follicoli possono arrivare anche a 10.

Come si riconosce un ovaio multifollicolare

L’ovaio multifollicolare, detto anche ovaio multicistico, è una condizione prevalentemente asintomatica, cioè non comporta altri segni e sintomi. Dunque, l’unico modo per individuare se si possiede o meno questa condizione è sottoporsi a una visita ginecologica. L’ovaio multifollicolare, come anticipato, non è pericoloso, e può risolversi spontaneamente oppure tramite una terapia ormonale stabilita dal medico.

Cause e sintomi

L’ovaio multifollicolare è asintomatico, ma alcuni sintomi e condizioni possono ricollegarsi a questa condizione. Ad esempio: problemi di ovulazione, irregolarità mestruale e dolori addominali. Anche se non è una condizione pericolosa, in alcuni casi, l’ovaio multifollicolare può evolvere nell’ovaio policistico, per questo è importante tenere la situazione sotto controllo.

Differenza tra ovaio multifollicolare e ovaio policistico

L’ovaio multifollicolare viene spesso confuso con l’ovaio policistico, anche per i sintomi spesso simili, ma si tratta in realtà di due condizioni cliniche differenti. Nell’ovaio multifollicolare è presente un numero inferiore di cisti, ma di dimensioni maggiori e sparse in tutto l’ovaio. Nell’ovaio politeistico, invece, le cisti sono presenti in numero maggiore.

E in gravidanza?

L’ovaio multifollicolare non è sinonimo di infertilità, dunque, non genere problemi quando si cerca una gravidanza. Ma, a causa della frequente anovulazione, cioè assenza di ovulazione, potrebbe rendere più difficile la riuscita.

 

Autore

Exit mobile version