Please wait..

Business online, come essere certi che funzioni

Come far sì che i propri investimenti online abbiano successo? Ci sono innumerevoli risposte a questa domanda, e alcune dipendono dal caso, dalla fortuna e dalla propria capacità imprenditoriale. Ci sono degli elementi, però, che sono sempre importanti per il successo di un sito web. Che si tratti di un e-commerce, del sito di un libero professionista o di un’attività locale, alcune caratteristiche permetteranno di ottenere più facilmente visitatori e quindi clienti.

La SEO: cos’è e come funziona

Search Engine Optimization o Ottimizzazione per i Motori di Ricerca identifica tutte le strategie per far sì che un sito web si posizioni abbastanza in alto tra i risultati di ricerca per una determinata parola chiave. Ecco il punto cruciale della faccenda: essere online non basta, è necessario essere trovati online dagli utenti giusti. Cioè proprio quelli che stanno cercando il prodotto o servizio offerto. Come si può ottenere un tale risultato? Considerando che i motori di ricerca, Google in primis, tengono conto di tre fattori quando si effettua una ricerca:

  1. correttezza del sito;
  2. pertinenza delle informazioni;
  3. autorevolezza della fonte.

A questi tre criteri corrispondono 3 aree della SEO che agenzie specializzate come www.quindo.it ottimizzano per i propri clienti.

La SEO tecnica

Alla correttezza tecnica del sito corrispondono tutte le implementazioni che permettono a Google (o a qualsiasi motore di ricerca) di analizzare il sito web e posizionarlo tra i risultati di ricerca. Una giusta architettura dell’informazione, mancanza di link rotti o pagine inesistenti, una buona velocità di caricamento delle pagine sono solo alcune delle attività tecniche che un’agenzia SEO può mettere in pratica.

I contenuti

Per valutare quanto una pagina web sia pertinente alla ricerca dell’utente, Google valuta i contenuti presenti in quella pagina. Si tratta in questo caso sia di contenuti testuali (descrizioni di prodotti o servizi, pagine di categoria, approfondimenti) che di contenuti multimediali come immagini e video. Tutti vanno ottimizzati, secondo strategie ben precise che tengano conto delle reali esigenze di chi naviga online.

L’autorevolezza

L’ultimo requisito base per un sito web ottimizzato lato SEO è la sua autorevolezza. Questa viene identificata da Google in base a una serie di fattori, come la percezione del brand da parte degli utenti e la rete di link a cui quel brand è collegato. In parole povere, se il sito di un libero professionista viene spesso linkato come fonte affidabile da testate giornalistiche e blog di settore, quel sito verrà considerato autorevole e di conseguenza anche il professionista che rappresenta.

Altri metodi per migliorare la propria presenza online

Per avere successo sul web, essere presenti nei primi risultati di Google legati all’attività svolta è fondamentale. Permette infatti di intercettare traffico qualificato, che sta già navigando alla ricerca di quello specifico prodotto o servizio. A questo serve la SEO: a far incontrare il bisogno dell’utente con il sito web che può soddisfarlo in maniera efficace. Non si tratta, però, dell’unica strategia da mettere in pratica per avere successo sul web.

 

Accanto all’ottimizzazione SEO del sito, è importante anche curare il suo aspetto grafico, sia dal punto di vista estetico sia per l’accessibilità di tutti gli utenti (basti pensare a chi ha problemi di vista e utilizza un lettore elettronico per navigare online). Accanto alla grafica, l’intera comunicazione del brand o del professionista deve essere efficace, distintiva e omogenea su tutti i canali che si decide di utilizzare. Ciò comprende il sito web, ma anche le campagne pubblicitarie online e offline, l’uso dei social media e il marketing tradizionale. Per non parlare poi di strategie come l’influencer marketing che, in base alla tipologia di attività, può veramente fare la differenza. Il web non deve più essere considerato un mondo separato da quello “reale”: è esso stesso reale e fa parte della vita quotidiana di milioni di potenziali clienti. Trovarli lì è importante tanto quanto attirarli con la vetrina di un bel negozio, o forse di più.

Come far sì che i propri investimenti online abbiano successo? Ci sono innumerevoli risposte a questa domanda, e alcune dipendono dal caso, dalla fortuna e dalla propria capacità imprenditoriale. Ci sono degli elementi, però, che sono sempre importanti per il successo di un sito web. Che si tratti di un e-commerce, del sito di un libero professionista o di un’attività locale, alcune caratteristiche permetteranno di ottenere più facilmente visitatori e quindi clienti.

La SEO: cos’è e come funziona

Search Engine Optimization o Ottimizzazione per i Motori di Ricerca identifica tutte le strategie per far sì che un sito web si posizioni abbastanza in alto tra i risultati di ricerca per una determinata parola chiave. Ecco il punto cruciale della faccenda: essere online non basta, è necessario essere trovati online dagli utenti giusti. Cioè proprio quelli che stanno cercando il prodotto o servizio offerto. Come si può ottenere un tale risultato? Considerando che i motori di ricerca, Google in primis, tengono conto di tre fattori quando si effettua una ricerca:

  1. correttezza del sito;
  2. pertinenza delle informazioni;
  3. autorevolezza della fonte.

A questi tre criteri corrispondono 3 aree della SEO che agenzie specializzate come www.quindo.it ottimizzano per i propri clienti.

La SEO tecnica

Alla correttezza tecnica del sito corrispondono tutte le implementazioni che permettono a Google (o a qualsiasi motore di ricerca) di analizzare il sito web e posizionarlo tra i risultati di ricerca. Una giusta architettura dell’informazione, mancanza di link rotti o pagine inesistenti, una buona velocità di caricamento delle pagine sono solo alcune delle attività tecniche che un’agenzia SEO può mettere in pratica.

I contenuti

Per valutare quanto una pagina web sia pertinente alla ricerca dell’utente, Google valuta i contenuti presenti in quella pagina. Si tratta in questo caso sia di contenuti testuali (descrizioni di prodotti o servizi, pagine di categoria, approfondimenti) che di contenuti multimediali come immagini e video. Tutti vanno ottimizzati, secondo strategie ben precise che tengano conto delle reali esigenze di chi naviga online.

L’autorevolezza

L’ultimo requisito base per un sito web ottimizzato lato SEO è la sua autorevolezza. Questa viene identificata da Google in base a una serie di fattori, come la percezione del brand da parte degli utenti e la rete di link a cui quel brand è collegato. In parole povere, se il sito di un libero professionista viene spesso linkato come fonte affidabile da testate giornalistiche e blog di settore, quel sito verrà considerato autorevole e di conseguenza anche il professionista che rappresenta.

Altri metodi per migliorare la propria presenza online

Per avere successo sul web, essere presenti nei primi risultati di Google legati all’attività svolta è fondamentale. Permette infatti di intercettare traffico qualificato, che sta già navigando alla ricerca di quello specifico prodotto o servizio. A questo serve la SEO: a far incontrare il bisogno dell’utente con il sito web che può soddisfarlo in maniera efficace. Non si tratta, però, dell’unica strategia da mettere in pratica per avere successo sul web.

 

Accanto all’ottimizzazione SEO del sito, è importante anche curare il suo aspetto grafico, sia dal punto di vista estetico sia per l’accessibilità di tutti gli utenti (basti pensare a chi ha problemi di vista e utilizza un lettore elettronico per navigare online). Accanto alla grafica, l’intera comunicazione del brand o del professionista deve essere efficace, distintiva e omogenea su tutti i canali che si decide di utilizzare. Ciò comprende il sito web, ma anche le campagne pubblicitarie online e offline, l’uso dei social media e il marketing tradizionale. Per non parlare poi di strategie come l’influencer marketing che, in base alla tipologia di attività, può veramente fare la differenza. Il web non deve più essere considerato un mondo separato da quello “reale”: è esso stesso reale e fa parte della vita quotidiana di milioni di potenziali clienti. Trovarli lì è importante tanto quanto attirarli con la vetrina di un bel negozio, o forse di più.

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker