Please wait..

Chi è la moglie di Ennio Morricone: nome e storia della coppia

Quando, quattro anni fa, Ennio Morricone, l’indimenticato maestro della musica cinematografica, ci lasciava, il mondo artistico subiva una perdita incommensurabile. Dopo un periodo di degenza, il compositore terminava il suo viaggio terreno, lasciandoci un’eredità che non conosce tempo. Maria Travia, la donna che ha illuminato la vita dell’artista, ha avuto un ruolo cruciale in questa epica storia d’amore. Pur rimanendo sempre nell’ombra del celebre marito, è stata la sua musa ispiratrice, un faro discreto ma potente. Il loro legame, cementato il 13 ottobre 1956 a Roma, sei anni dopo un incontro casuale, ha visto la luce di quattro figli: Giovanni, Marco, Alessandra e Andrea.

Ma chi è veramente Maria Travia?

Nata nel 1932 a San Giorgio di Gioiosa Marea, una piccola cittadina in provincia di Messina, Maria Travia si trasferì a Roma con la famiglia nel 1933, creandosi una vita in quella città che sarebbe diventata la dimora della loro storia d’amore. Nonostante i molteplici spostamenti legati al lavoro di Morricone, la coppia ha sempre chiamato Roma casa, crescendo e formando la propria famiglia lì.

Nonostante le loro carriere affaccendate, che spesso li separavano fisicamente, Morricone ha sempre riconosciuto il sostegno e la dedizione di Maria nel prendersi cura dei figli mentre lui si immergeva nella composizione musicale per il cinema.

Morricone ha sempre professato la necessità della costanza nell’amore, equiparandola quasi all’arte stessa: “La tenacia, la coerenza, la serietà, la durata e la fedeltà sono fondamentali, sia nell’amore che nell’arte.” Maria è stata al suo fianco in ogni istante della sua esistenza, persino quando lui si trovava ricoverato in ospedale a seguito di un incidente.

Ma come si sono incontrati Maria Travia ed Ennio Morricone?

Il loro amore ha avuto inizio nel lontano 1950, quando i due si incrociarono per la prima volta. Se inizialmente Maria sembrava poco interessata, un incidente che la costrinse a letto cambiò le cose. Morricone, prendendosi cura di lei durante quel periodo di debolezza, riuscì a conquistarla goccia dopo goccia, giorno dopo giorno. Sei anni dopo quel fatidico incontro, il 13 ottobre 1956, pronunciarono i voti nuziali a Roma, stabilendo la loro dimora nel caratteristico quartiere di Trastevere.

La loro unione ha celebrato nel 2016 ben sessant’anni di vita coniugale, un traguardo eccezionale che Morricone ha attribuito alla pazienza e alla dedizione di Maria: “È stata bravissima lei a sopportare me. Vivere con uno che fa il mio mestiere non è facile. Attenzione militare. Orari rigorosi. Giornate intere senza vedere nessuno. Sono un tipo duro, innanzitutto con me stesso e di conseguenza con chi mi sta attorno.”

Oltre a essere una madre amorevole, Maria Travia è stata una preziosa consulente e musa ispiratrice per il marito musicista. Ha contribuito al testo di alcune delle sue composizioni più celebri, tra cui il tema d’amore di “Nuovo Cinema Paradiso” e il brano “Dove siamo rimasti” del 2006, in collaborazione con Vinicio Capossela. Insieme a Morricone, ha anche adattato un brano per il celebre film “C’era una volta il West”. Nel 2007, Morricone le ha dedicato l’Oscar alla carriera, dichiarando: “Dedico questo Oscar a mia moglie Maria che mi ama moltissimo e mi è stata vicina in tutti questi anni e io la amo allo stesso modo. Questo premio è anche suo.”

Tuttavia, le parole più struggenti sono giunte nel necrologio scritto da Morricone prima della sua dipartita nel 2020: “A lei rinnovo l’amore straordinario che ci ha tenuto insieme e che mi dispiace abbandonare. A lei il più doloroso addio.”

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker