Già prima della pandemia trovare lavoro in Italia risultava molto complicato. Anche chi riusciva a trovare un impiego, doveva spesso accontentarsi di uno stipendio molto basso, certamente inferiore a quelli che dovrebbero essere gli standard.

In questo 2020 le cose sono ovviamente peggiorate a causa del coronavirus, che ha comportato un drastico calo in tutti i settori, con conseguenze pesanti che dureranno ancora per diverso tempo.

Anche per questo non sono in pochi a guardarsi intorno e a pensare a nuove soluzioni per la propria vita, una volta che la pandemia sarà solo un brutto ricordo. Ad esempio, ci sono parecchie persone che stanno pensando ad un trasferimento in Svizzera, un Paese dove gli stipendi sembrano essere decisamente più alti rispetto a quelli italiani.

Ma è proprio così? Quanto si guadagna in Svizzera?

Quanto si guadagna in Svizzera? 

La Svizzera è effettivamente uno dei Paesi dove si vive meglio, con un tasso di disoccupazione davvero molto basso. Inoltre, gli stipendi medi in Svizzera sono decisamente più alti rispetto a quelli italiani.

Nel Paese elvetico, infatti, lo stipendio medio si aggira sui 5.000 franchi, pari a circa 4.500 euro. Tuttavia, va precisato che il costo della vita in Svizzera è decisamente più elevato rispetto a quello italiano: basti pensare che un monolocale nelle città più importanti può arrivare a costare anche 1.200 euro.

Ecco perchè in molti sono “frontalieri”, ovvero risiedono in Italia ma lavorano in Svizzera: in questo modo riescono ad assicurarsi uno stipendio molto alto senza dover far fronte a costi esagerati.

Ma quali sono i lavori più pagati in Svizzera? Per fare qualche esempio, un muratore arriva a percepire nel paese elvetico uno stipendio che oscilla tra i 3.500 e i 4.500 euro; un insegnante, invece, riesce a prendere uno stipendio tra i 4.000 e i 5.000 euro, molto più alto rispetto a quello percepito in Italia. Il lavoro più pagato è quello dell’Executive Management & Change, che riesce ad intascare circa 146.000 euro all’anno.

Quali sono le professioni più richiesta in Svizzera

Certo che, decidere di abbandonare il proprio paese per recarsi all’estero non è una scelta semplice. Quindi, una volta appurato che gli stipendi in Svizzera sono decisamente più alti, e che con uno stipendio medio di circa 5.000 franchi al mese si può vivere dignitosamente, è giusto anche sottolineare che il costo della vita in Svizzera può superare i 3.500 franchi mensili per un single e raddoppiare per le famiglie con figli. Di conseguenza, che sia per lavoro o per amore, ne deve veramente valere la pena. Sicuramente se si decide di trasferirsi bisogna cercare di impegnarsi in una delle professioni più richieste, così da avere la certezza di riuscire a trovare lavoro in tempi brevi. Secondo un recente studio condotto da un Centro per l’Impiego svizzero, le aziende del paese stanno cercando attivamente personale sanitario, elettromontatori e specialisti di software. Se siete qualificati in uno di questi settori, potreste avere maggiori opportunità di lavoro disponibili.

Come fare per lavorare in Svizzera

Per trovare lavoro in Svizzera, è importante prima di tutto concentrarsi sulla ricerca e selezione delle opportunità professionali. Se siete cittadini dell’Unione Europea o fate parte dell’Associazione Europea di libero scambio (AELS) potete cercare lavoro nel paese senza necessità di permessi per un periodo iniziale di 3 mesi, prorogabile fino a 6. È necessario richiedere un permesso di soggiorno presso il proprio comune di residenza. Per ottenere questo permesso, bisogna presentare una carta d’identità o un passaporto valido e una dichiarazione del datore di lavoro o un attestato di lavoro. Dopo 3 mesi di lavoro, è possibile richiedere il permesso di soggiorno. Tuttavia, per ottenere la cittadinanza sarà necessario attendere 12 anni e superare un esame di conoscenza socio-politica e linguistica.