Home Cucina e Ricette Uova al purgatorio... Il piatto prelibato e saporito

Uova al purgatorio… Il piatto prelibato e saporito

Uova al purgatorio. Una ricetta semplice, ma di una bontà unica. Adatta ad un’ottima cena per due o più persone. Per un pranzo robusto e saporito, per chi ha quel languorino e quella voglia di buono anche nel cuore della notte. Si può preparare sempre infatti. E bastano davvero pochi ingredienti. In genere sono cose che abbiamo quotidianamente in frigo o nella dispensa. E per assaporarlo… Bè non servono certo forchetta e coltello, vedrete!

Uova al purgatorio, un gusto da leccarsi le dita

Puoi prepararla anche tu con:

uova, possibilmente fresche, quanto ne si ha voglia. In genere si mangiano due uova a persona oppure una, dipende dai gusti e dalle preferenze;

della salsa di pomodoro semplice e bella ristretta;

una foglia di basilico;

olio extra vergine di oliva;

sale e pepe quanto basta.

Dunque adesso in una casseruola mettiamo un filino d’olio extravergine di oliva e facciamo scaldare. Subito dopo ci aggiungiamo della salsa semplice l pomodoro e bella ristretta. Andranno benissimo i preparati di sugo ristretto che vendono al supermercato. Naturalmente consigliamo comunque quella fatta in casa. Più gustosa e sicuramente più genuina. Aggiungiamo la foglia di basilico per regalare qualche aroma all’interno. Aggiungiamo un pò di sale per dare gusto al sugo. Una volta che tutto si è amalgamato bene e ha preso calore, aggiungiamoci le nostre uova, stando bene attenti a separarle le une dalle altre. Poi aggiungiamo un pò di pepe e lasciamo cuocere. A questo punto saremo noi a deciderne la cottura. Se ci piace l’uovo più liquido lo facciamo cuocere per pochi minuti. Se ci piace più sodo, lo lasciamo ancora un pò nella salsa a cuocere. Spento il tutto, prendiamo un tozzo del pane, la parte più croccante e gustiamo la nostra ricetta così. Calda, buona e accompagnata al pane. Il gusto sorprenderà anche i palati più scettici.

E le quantità?

Per le quantità di sugo o di uova o di altro, lasciamo che sia tutto al gusto “dell’assaggiatore”. Questo è il piatto tipico e sostanzioso dei poverelli che assaporano una ricetta gustosa con pochi ingredienti. Dunque c’è a chi piace con più gusto, con più aromi, con mano sale, con più uova. Lasciamo che sia il lettore a scegliere. Importante è regolarsi, per così dire “a occhio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Come lavorare da Dom Pérignon? Requisiti, stipendio, candidatura, recensioni e opinioni

Gli amanti del vino, dei brand premium e del luxury in generale, spesso provano a fare carriera in quest’ambito per coniugare al meglio il...

Quanto guadagna un benzinaio?

Medico, avvocato, notaio, dentista... Sono tanti i mestieri che si sogna di fare fin da quando si è piccoli. Eppure, ci sono anche tanti...

Come lavorare da Douglas? Requisiti, stipendio, candidatura, recensioni e opinioni

Per gli amanti di profumi creme e cosmetici il sogno più grande è quello di lavorare in questo ambiente, per conciliare al meglio il...

Come lavorare da Alberta Ferretti? Requisiti, stipendio, candidatura, recensioni e opinioni

Gli amanti della moda, degli abiti da cerimonia e del luxury in generale, spesso provano a fare carriera in quest’ambito per coniugare al meglio...

Quanto guadagna un ginecologo? Tutte le cifre

La figura del ginecologo riveste una grande importanza nel panorama delle professioni sanitarie. Il ginecologo è la figura a cui ci si rivolge durante...