Please wait..

Come pulire l’argento annerito? Il trucco della nonna sorprende tutti

L’argento annerito è veramente brutto da vedere. Perciò molti ripongono le cose di questo metallo direttamente in un cassetto e non le usano. Ma c’è un trucco della nonna per pulirlo in modo efficace e riutilizzarlo, vuoi sapere qual è?

Capita a tutti di non poter più indossare una collana in argento perché ormai annerita, ma con questo semplice trucco potrai finalmente riprendere le cose e indossarle senza problemi!

Come pulire l’argento annerito

Per pulirlo con un metodo veloce, ti servono delle cose da utilizzare,  ecco cosa:

  • Una padella (o pentola) con dell’acqua, deve essere grande tanto quanto l’argento che deve contenere
  • Bicarbonato di sodio
  • Un foglio di alluminio
  • Fornello

Questo rimedio naturale è molto utile ed efficace ma non si può applicare per pulire collane a maglie strette. Vediamo come si fa

  1. Bisogna rivestire la padella con un foglio d’alluminio
  2. Riempire la padella foderata con acqua, abbastanza da poter coprire interamente l’oggetto in argento
  3. Aggiungete un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Non preoccupatevi dei dosaggi!
  4. Lasciate bollire un po’ l’acqua
  5. Immergete il gioiello
  6. Assicuratevi che il gioiello entri in contatto con il foglio di alluminio
  7. Man mano che l’argento si pulirà, vedrete apparire in acqua delle macchie di colore giallo. Quando il vostro oggetto in argento sarà pulito, potrete rimuoverlo dall’acqua.
  8. Poi asciugatelo con un panno morbido e pulito per eliminare anche i residui di ossidazione.
  9. Ad esempio per asciugare una collana o una cornice intagliata, potrebbe essere utile sfruttare il getto d’aria erogato da una bomboletta spray. Oppure se si tratta di un anello annerito, per pulire le parti interne, potete mettere in acqua un pezzo di alluminio extra da inserire nel foro dello stesso anello.
[saswp_tiny_multiple_faq headline-0=”h2″ question-0=”Come evitare l’ossidazione dell’argento” answer-0=”Esistono inoltre dei piccoli trucchi che permettono di evitare l’ossidazione dell’argento e conservare i gioielli più a lungo. Ecco alcuni consigli: Il primo consiglio riguarda la conservazione degli stessi; potrebbe essere opportuno conservare i gioielli in un luogo buio ed asciutto,  in una scatola chiusa e foderandoli con un panno morbido. In alternativa si possono riporre i gioielli in sacchettini isolanti da chiudere con molta attenzione al fine di evitare l’ingresso dell’ossigeno. Per chi vive in case o in località umide, è consigliato inserire il proprio gioiello in argento in sacchetti essiccanti. Le sostanze acide sono nocive e provocano l’ossidazione; quindi dobbiamo fare attenzione a cosmetici e profumi, che alla lunga potrebbero danneggiare i gioielli e renderli scuri. Un consiglio è di togliere i gioielli quando dovete usare creme e profumi. Per il mare o la piscina sarebbe meglio evitare di indossarli;  in quanto l’acqua salata e il cloro potrebbero favorire l’ossidazione dell’argento. In genere indossare gioielli ossidati non è bello e se ci tenete a perseverare le vostre cose in argento è opportuno seguire questi suggerimenti. Se avete cose già annerite, potete provare l’infallibile metodo della nonna!” image-0=”18700″ count=”1″ html=”true”]

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker