Please wait..

Orso polare, animale in estinzione? Caratteristiche, come si difende, come salvaguardarlo

Animali polari: peso orso polare

L’orso polare cucciolo o orso bianco (orsi polari e orsi bianchi) è un grande mammifero carnivoro appartenente alla famiglia Ursidae. È una specie che si trova attorno al polo nord nel mare glaciale artico ed è il più grande carnivoro di terraferma esistente sul nostro pianeta insieme all’orso kodiak.

Quanto pesa un orso polare

L’orso polare è il più grande carnivoro terrestre attualmente esistente. Gli esemplari di maschio adulto di orso bianco pesano mediamente dai 350 ai 700 kg e misurano dai 2,4 ai 3 metri di lunghezza. Sembra che in rari casi i maschi possano arrivare a 1000 kg e a 3,5 m di lunghezza (nella regione del mar dei Ciukci); il più grande orso polare di cui si abbia notizia pesava 1.002 kg (2.209 libbre), un maschio ucciso a Kotzebue Sound nel nord-ovest dell’Alaska nel 1960. Questo gigantesco esemplare, una volta montato, era alto ben 3,39 m in piedi sui suoi arti posteriori.

Le femmine sono grandi circa la metà dei maschi e normalmente pesano tra i 150 e i 250 kg e sono lunghe circa 133 cm, ma quando sono incinte possono arrivare a pesare fino a 500 kg. Alla nascita i cuccioli pesano meno di 1 kg. La longevità dell’orso polare in natura è di 25-30 anni, mentre in cattività può superare anche i 35. Nonostante la mole questo animale per brevi tratti è in grado di correre a quasi 50 km/h. Gli orsi polari, quando mordono, possono esercitare una pressione di 1235 psi, vale a dire circa 560 kg. I 42 denti dell’orso polare riflettono la sua dieta altamente carnivora. I molari sono più piccoli e più frastagliati rispetto a quelli dell’orso bruno, mentre i canini sono più grandi e più taglienti.

Origini ed evoluzione

In passato le origini e l’evoluzione sugli orsi polari erano ancora misteriose o alquanto approssimative, giacché la scarsa presenza di resti fossili nell’Artico non permettevano di avere sufficienti informazioni sulle origini dell’orso polare. Ma, secondo uno studio del Biodiversity and Climate Research Centre, analizzando 14 intronidi 45 individui appartenenti a tre specie differenti (Ursus maritimus, Ursus arctos e Ursus americanus), si è scoperto che la specie bruna e quella bianca si sono diramate in modo simile da una stessa linea evolutiva rispetto a quella nera, quindi l’orso polare risalirebbe a 600.000 anni fa (molto di più rispetto a quanto precedentemente ritenuto, ovvero circa 120-150.000 anni fa). I primi orsi polari dovevano avere un aspetto assai simile a quello di un Grizzly, ma con le generazioni a venire, la pelliccia degli orsi si schiarì notevolmente, fino a diventare completamente bianca.

Distribuzione e habitat

L’orso polare vive nell’Artide e il suo habitat è compreso in 6 nazioni: Canada (Manitoba, Terranova, Territori del Nord-Ovest, Nunavut, Ontario, Québec, Yukon), USA (Alaska), Russia (Krasnojarsk, Magadan, Distretto Federale Nordoccidentale, Siberia Occidentale, Jacuzia), Groenlandia, Norvegia (Svalbard), Islanda. La popolazione attuale di orsi polari è stimata intorno alle 20-25.000 unità, di cui il 60% in Canada. A testimonianza di ciò, sulla moneta da 2 dollari canadesi è riprodotto un orso polare.

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker