Azioni, stock options, valuta e futures. La compra-vendita di prodotti finanziari nella stessa giornata, entro la chiusura della Borsa. Comunemente utilizzato nelle pratiche di trading CFD, con trading intraday (noto anche come day trading) si intende uno stile di trading adatto a chi utilizza la leva finanziaria (che permette di muovere capitali di gran lunga superiori a quelli di cui realmente si dispone), come anche ad altri strumenti simili. Questo tipo di operazione che per sommi capi è un trading “giornaliero” in diversi mercati, prevede sia l’apertura che la chiusura di un’operazione nell’arco della stessa giornata.

Considerata da molti come una valida strategia, il trading intraday viene scelto dai trader soprattutto per evitare di pagare il finanziamento overnight, richiesto dalla maggior parte dei broker online per mantenere aperte le posizioni più a lungo, solitamente oltre un giorno. Insomma, operazioni  classificate a breve termine, con un’apertura massima di 24 ore, ripetute anche diverse volte durante l’arco della giornata.

Come fare day trading

In primis è fondamentale seguire tutti i passaggi o tutte le tendenze nelle prime ore del giorno della sessione di interesse; adottare la tecnica dello “stop loss” per limitare o evitare le perdite; mantenere l’apertura della posizione fino a un indebolimento del mercato per poi chiudere rapidamente tutte le transazioni aperte; infine non dimenticare di utilizzare gli indicatori. Ecco 4 tecniche per fare trading intraday:

Pivot Points: Con questa modalità viene accentuato dai trader intraday l’utilizzo dei pivot points perché offrono eccellenti livelli di supporto e resistenza. In questa situazione è fondamentale tenere conto di un preciso punto definito come “perno”, ovvero il livello più importante nonchè indice dell’andamento del prezzo: al di sopra del perno, equivale a un segnale rialzista mentre al di sotto, in quel caso, avremo un segnale ribassista.

Notizie finanziarie e dati macro economici: Numerosi i dati macro economici in grado di influenzare l’andamento di un asset. In questa tipologia è importante rimanere sempre informati sulle principali notizie relative al mercato dell’asset su cui si decide di investire.

Scalping: altra tecnica utilizzata nel trading intraday, soprattutto nel mercato del Forex, dove il trader punta ad aprire più operazioni al giorno e a guadagnare, al tempo stesso, tramite piccoli movimenti del prezzo. I trader che fanno scalping arrivano di solito ad aprire e chiudere anche oltre il centinaio di operazioni al giorno.

Eventi imprevisti: un ultimo fattore da tenere sempre in considerazione riguarda gli eventi esterni ed imprevedibili, ovvero quei fattori che non possono essere calcolati (ad esempio catastrofi naturali, ovvero tutte quelle situazioni non riconducibili alla natura del’uomo).

Quanto conviene investire?

Ma quanto si guadagna realmente con il day intratrading? Il guadagno nel fare trading online dipende principalmente dal mercato su cui si opera. Operando in Borsa, sulle azioni di grandi società il rischio sarà sicuramente minore e così anche i ritorni. Per contro, invece, un investimento tempestivo fatto al momento giusto potrebbe fruttare parecchio. Stesso principio vale per chi comincia a fare trading con un investimento più basso. Ad esempio con un investimento di 1.000 euro il vostro potenziale di reddito sarà sicuramente inferiore a chi inizia con 10.000 euro. Inoltre, il potenziale di reddito, oltre che dal capitale investito, è determinato anche dalle strategie utilizzate, dai mercati selezionati e sicuramente, per buona parte, anche dalle competenze in materia.