Liquore alle noci, allo zenzero, di alloro. Tra i dolcificanti più utilizzati in pasticceria, lo sciroppo di zucchero viene utilizzato principalmente per la preparazione di cocktail, bevande e liquori. Uno sciroppo dolce dalla preparazione facile e veloce alla semplicità degli ingredienti. Acqua e zucchero alla mano e via con la preparazione! Conosciuto anche come “zucchero liquido“, questo sciroppo, difficile da trovare in commercio, è utilizzato anche nel caffè shakerato, per bagnare le torte (in alternativa alla “bagna alcolica”) e per tante altre ricette dolci. Ideale anche per le creme o nelle torte fredde perchè, a differenza dello zucchero tradizionale, quello liquido non lascia quei fastidiosi granelli nell’impasto.

Ingredienti

700 ml di acqua

300 g di zucchero semolato

Cottura: 5 minuti

Difficoltà: molto facile

Preparazione

Prendete un pentolino e versate l’acqua fredda poi aggiungete lo zucchero e mescolate, meglio se con un cucchiaio di legno. Continuate a mescolare, facendo sciogliere lo zucchero a fuoco medio. Portate, quindi, il composto a ebollizione evitando la presenza di grumi e mescolate fino a quando i due ingredienti non saranno perfettamente amalgamati. A questo punto, lo zucchero sarà completamente sciolto nell’acqua, lasciate cuocere per altri 2 minuti e poi togliete dal fuoco, versate lo sciroppo di zucchero in un barattolo, meglio se di vetro, chiudete con il coperchio e lasciate raffreddare. Ecco fatto! Il vostro sciroppo di zucchero è pronto per essere utilizzato.

Una volta chiuso in un barattolo, lo sciroppo potrà essere conservato anche per diversi mesi. Unica raccomandazione: lo sciroppo sarà pronto in un paio di minuti da quando comincerà a bollire pertanto non dovrà assolutamente colorire come il caramello! Raddoppiare  (1400 ml di acqua e 600 ml di zucchero) o dimezzare (350 ml di acqua e 150 grammi di zucchero) le dosi è possibile tuttavia, per una buona riuscita della ricetta, è fondamentale rispettare le proporzioni ovvero, 7 parti di acqua e 3 parti di zucchero. Per la preparazione, inoltre, è possibile utilizzare anche lo zucchero di canna, ma non quello a velo. Infine, non cuocete a fuoco troppo alto altrimenti lo zucchero inzierà a scurire, e quindi, a caramellare.

Varianti

Come ogni ricetta, anche lo sciroppo di zucchero ha le sue varianti ed in questa ricetta diventa ancora più interessante nella sua versione aromatizzata. Dalla buccia di arancia alla scorza di limone o lime, dalla stecca di vaniglia o cannella alle foglioline di menta e anora, dal rosmarino al basilico. Insomma, scelte il vostro aroma e date vita a una versione gustosa e profumata. Una volta scelto l’ingrediente che preferite o che meglio si adatta con la vostra ricetta vi basterà aggiungerlo in fase di cottura nel pentolino insiema agli altri ingredienti. Il procedimento è lo stesso di quello classico, unica eccezione, trascorso il tempo necessario sul fuoco, utilizzate un colino per filtrare lo sciroppo prima di utilizzarlo.

Curiosità

La cottura dello zucchero è una tecnica di derivazione araba, dalle origini medievali. molto usata in pasticceria e confetteria per le preparazioni di sciroppi, caramelle oltre a caramello cristallino o in salsa. Inoltre, lo zucchero liquido veniva utilizzato già nelle antiche ricette come ad esempio quella del panforte senese.