Home Tecnologia Quanto guadagna un e-commerce manager?

Quanto guadagna un e-commerce manager?

0
Quanto guadagna un e-commerce manager?

Quella dell’e-commerce manager è una figura assolutamente moderna, di conseguenza non stupisce il fatto che tantissime persone si chiedano, incuriosite, quanto guadagni chi svolge questa professione.

Cerchiamo dunque di rispondere in maniera dettagliata, non prima di aver spiegato chi è l’e-commerce manager e quali sono le sue “skills” più importanti.

L’odierna importanza dell’e-commerce manager

Oggi il commercio elettronico è divenuto uno dei settori più importanti, anzi è più corretto dire che molteplici settori economici fanno riferimento a questo canale di vendita reputandolo più fruttuoso ed efficiente rispetto a quelli tradizionali.

Se tantissime aziende vendono online, dunque, oggi è necessaria una figura professionale che abbia non solo delle buone doti manageriali di carattere generale, ma anche capacità specifiche per questo tipo di attività.

Principali compiti dell’e-commerce manager

Contrariamente a quanto si potrebbe credere, l’e-commerce manager non è un informatico in senso stretto: il suo ruolo infatti non è quello di effettuare modifiche grafiche al sito web o altri interventi tecnici, bensì quello di gestire il sito e l’azienda ad esso correlata in modalità “back end”.

L’e-commerce manager, dunque, deve focalizzarsi prettamente sulla gestione manageriale del sito in ogni suo aspetto, deve quindi avere nozioni necessarie per indicare al webmaster quale servizio di hosting sia più adatto per poter operare online a seconda della mole dei dati che deve supportare. Servizio proposto da società specializzate come Flamenetworks.com, nonché del CMS che viene utilizzato, ovvero il sistema di gestione dei contenuti che viene abbinato a ogni sito web, utilizzato per il caricamento dei prodotti, la gestione degli ordini, ecc.

Oltre ai contenuti, l’e-commerce manager deve padroneggiare appieno tutte le azioni compiute all’interno del sito, ovvero gli acquisti da parte degli utenti, i pagamenti ricevuti, le richieste di informazioni e quant’altro, e ciò richiede abilità variegate che spaziano dalle operazioni di Customer Assistance fino all’analisi dei flussi di vendita.

Un buon e-commerce manager deve avere anche una grande padronanza a livello di web marketing, dunque deve saper attuare, da solo o con l’aiuto di professionisti interni o esterni, delle strategie mirate per fare in modo che il sito sappia rivelarsi quanto più fruttuoso possibile, soppesando ovviamente costi e possibili ritorni di investimento.

All’e-commerce manager è chiesto di adempiere al meglio anche alle funzioni da manager più tradizionali, quindi la gestione di eventuali dipendenti e collaboratori, la definizione della logistica di magazzino ecc., senza trascurare un ulteriore ed importantissimo aspetto, ovvero la cosiddetta “GDPR compliance”.

Oggi, infatti, gli e-commerce devono essere perfettamente in linea con quanto disposto dal GDPR, regolamento europeo mirato alla tutela della privacy, di conseguenza l’e-commerce manager deve saper provvedere al meglio a questi adempimenti e deve quindi avere delle competenze specifiche per quel che riguarda questi aspetti legali.

Quanto guadagna l’e-commerce manager

Se ci si chiede quanto guadagni l’e-commerce manager, bisogna fare delle distinzioni.

Nella grande maggioranza dei casi l’e-commerce manager è un lavoratore dipendente e la sua retribuzione dipende dal livello di esperienza, nonché dall’azienda che lo assume, alla luce di questo si può spaziare da salari a livelli minimi sindacali, dunque poco oltre i 1.000 euro per un full time, fino a stipendi più corposi che possono toccare 4.000 o 5.000 euro al mese.

Alcuni e-commerce manager operano come liberi professionisti, dunque come consulenti esterni con p.iva.; se è vero che, in questo caso, i lavoratori devono provvedere autonomamente al pagamento di tasse e contributi, è anche vero che possono lavorare per più clienti e sviluppare così un business superiore a quelli menzionati per il lavoro dipendente.

 



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here