Ellie Goldstein, affetta da sindrome di Down, ha prestato il volto nella nuova campagna Gucci 

Ellie Goldsteindiciottenne londinese, ha fatto parlare di sé per essere stata la prima modella affetta da sindrome di Down, scelta da Gucci per prestare il proprio volto per la campagna beauty dedicata al nuovo mascara della maison, L’ObscurEllie ha avuto inoltre la possibilità di apparire sulle pagine della rivista Vogue Italia.  

Alessandro Michele, stilista e direttore creativo di Gucci, ha dichiarato in merito:  

Ho progettato il mascara L’Obscur per una persona autentica che usa il trucco per raccontare la sua storia di libertà, a modo suo. 

A intervenire, anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella, città che ha dato i natali alla maison: 

Sono felice e orgoglioso che Gucci, la maison che ha radici e cuore produttivo a Firenze, scelga Ellie Goldstein per la sua campagna. Un messaggio intelligente e forte: la disabilità non è e non sarà mai un limite. Chapeau! 

Un progetto, questo, decisamente interessante che mai come in questo momento si fa portatore di un messaggio importantissimo, cioè quello della valorizzazione della diversità. La moda ha avuto il pregio di porre l’accento e sensibilizzare su un tema troppo spesso passato in sordina e il più delle volte prigioniero di stigmi, specie all’interno del suo vasto universo. 

La campagna di Ellie per Gucci ci insegna che un mondo in cui le differenze sono qualcosa da esaltare e non da azzerare, è possibile e non solo mera utopia.  

Chi è Ellie Goldstein

Originaria dell’Essex, Ellie ha debuttato come modella per noti marchi come Nike e Vodafone. Nonostante la sua brillante carriera, però, quello a cui ambisce di più al momento è ottenere la laurea. La brillante studentessa, infatti, è stata ammessa alla facoltà di arti performative di Redbridge.