Baia verde: la perla di Gallipoli

L’estate è, ormai, arrivata. Di conseguenza il nostro pensiero si volge verso le vacanze e verso giornate da trascorrere in spiaggia. La Puglia è una delle mete predilette da italiani e stranieri per via delle sue coste mozzafiato e delle sue acque cristalline. In modo specifico, la parte del Salento è straordinariamente richiesta ed è spesso affollata anche per via della sua incessante movida estiva. Quali parti del Salento visitare per poter trascorrere un’estate serena? Una meta è quella di Baia Verde. Come indicato qui noterete come il processo di urbanizzazione della Baia non abbia compromesso il suo paesaggio naturale e le sue acque cristalline.

Il fascino di Gallipoli

La città di Gallipoli è una delle più famose del Salento. Oltre ad offrire uno scenario marittimo senza pari, la città è amata da molti anche per la sua Storia e per i monumenti presenti. Infatti, Gallipoli è un ottimo esempio di fusione storica: tra le sue mura troviamo monumenti che spaziano dalla Magna Grecia, al Romanico sino al Rinascimento italiano. Secoli uniti tra loro dall’arte e dalle mura di una città di mare. Una delle mete più frequentate è la famosa Cattedrale di Sant’Agata, nota per la sua facciata riccamente decorata che strizza l’occhio all’architettura barocca leccese. A pochi passi dalla Cattedrale, ci scontriamo con la Chiesa di Santa Maria della Purità la cui fama è nata grazie ad un maestoso pavimento in maiolica. Infine, la parte più “affascinante” è rappresentata dalla presenza del Castello di Gallipoli, dove troneggia la Torre del Rivellino. Il Castello è quasi completamente circondato dal mare, dato che il suo scopo originario era proprio quello di difendere le coste da aggressioni marittime. La Torre era il punto più alto che, di conseguenza, forniva la visuale migliore per le guardie. Al suo interno, oggigiorno, sono conservati i cannoni e le catapulte d’epoca, tutte armi utilizzate per difendere la cittadina da attacchi via mare. Una delle ospiti più famose del Castello fu Isabella D’Aragona.

Baia Verde

Tralasciando la parte storico/culturale, ora ci concentreremo sulle bellezze paesaggistiche di Gallipoli, in modo specifico parleremo delle sue spiagge. Una delle più famose è proprio Baia Verde. Ma qual è la sua storia? Baia Verde nasce come un prolungamento della cittadina di Gallipoli. Ci troviamo sul versante ionico della Puglia e, quindi, su quel versante che ci regala un’acqua sempre più blu o azzurrina. La prima impressione che hanno i bagnanti quando vi si recano, è quella di trovarsi all’interno di una cittadina che ha vita propria. Vi troverete circondati da tutti i confort: villette, bar, ristoranti, bagni con doccia, locali per la movida e tanto altro.
Inizialmente questa frazione era disabitata e lasciata allo stato brado. Con il passare del tempo e, soprattutto, scoperte le sue potenzialità, si è deciso di investire su Baia Verde per potenziarla senza manomettere minimamente la bellezza delle sue spiagge. I proprietari di varie villette sul mare hanno deciso di affittare le proprie case a turisti proveniente da tutto il mondo. Facendo ciò, garantiscono un continuo flusso di gente pronta a scoprire le meraviglie di questo spaccato di Puglia.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker