Home Lifestyle Assicurazione autocarro: come risparmiare

Assicurazione autocarro: come risparmiare

Acquistare un veicolo è sempre un investimento, ancor di più lo è acquistare un autocarro. Quando una ditta o un’azienda vuole ampliare la propria flotta di veicoli il premio pensiero cade sempre sull’autocarro, il classico veicolo commerciale utilizzato per lo più per il trasporto di materiale di lavoro o altre cose e in questa categoria rientrano i camion, i furgoni o furgoncini e i van.

Tutt’altro discorso è poi quello che riguarda la stipulazione delle polizze assicurative in quanto le compagnie assicurative utilizzano come parametro base la massa complessiva del veicolo a pieno carico. Questa scheda Genialloyd con preventivo on line può aiutarti a farti una prima idea generale che puoi approfondire ulteriormente su assicurazioni-autocarro.com.

Polizza assicurativa per autocarri

La polizza autocarro non è altro che l’assicurazione obbligatoria prevista per veicoli come i camion, i van, i mezzi speciali, i rimorchi e i veicoli commerciali. Rispetto alla classica e ben più nota polizza auto e moto, questa polizza è differente in quanto si riferisce a veicoli di portata ben maggiore rispetto a quella delle normali vetture. Questo fa anche in modo di poter usufruire di una serie di agevolazioni fiscali, purché i veicoli siano utilizzati esclusivamente per scopi commerciale.

Al momento dell’acquisto si deve dunque considerare che il primo prezzo con cui fare i conti è quello dell’autocarro in sé per sé come mezzo necessario per il lavoro, si aggiunge poi la spesa per l’immatricolazione, il bollo e l’assicurazione. In questo caso l’assicurazione si calcola avendo come dato di riferimento la portata del veicolo ovvero il carico massimo trasportabile per quintali.

E’ chiaro quindi che minore sarà la portata del prezzo, minore sarà la somma da pagare per assicurarlo. Per questo motivo è sempre bene acquistare un veicolo di dimensioni non eccessive rispetto alle concrete necessità di lavoro e di trasporto.

Ciò non toglie che sia comunque possibile risparmiare qualcosina anche in altro modo.

Sicuramente si può ridurre la spesa introducendo anche una franchigia sulla polizza e questo consente di avere un premio annuo più basso e di non incorrere in un malus in caso di sinistri di lieve entità.

Un altro aspetto da tenere a mente è dato dal fatto che sull’ammontare dell’assicurazione per gli autocarri incidono relativamente la potenza e l’età del mezzo, cosa che invece ha un peso ben maggiore quando si parla di assicurazione per auto. Ecco spiegato perché l’assicurazione di un autocarro nuovo appena uscito dalla concessionaria è equivalente a quella di autocarro dello stesso peso, ma più vecchio di una decina di anni o più.

Per poter risparmiare ancora qualcosa è sempre una buona mossa quella di valutare sempre diversi preventivi prima di procedere con la stipulazione del contratto di assicurazione. E’ davvero utile effettuare una comparazione online, grazie ai siti che mettono a disposizione tale possibilità, così da poter scegliere la tariffa più conveniente o comunque quella più congeniale alle proprie esigenze. In alternativa ci si può rivolgere di persona alle agenzie assicurative dove gli addetti ai lavori sono sempre disponibili a chiarire ogni dubbio.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Alessandro Rossi: chi è, Francesca Cipriani, lavoro, età, ingresso Gf Vip

Alessandro Rossi è un imprenditore edile, di 30 anni, che lavora per molti personaggi famosi. In realtà, però, la sua popolarità è legata alla sua...

Crisi retail e come combatterla

A raccontare della crisi che sta intaccando il settore retail e come combatterla è Massimo Perin, titolare di Equipe Project. È ormai evidente come questo...

Materassi di qualità in offerta: cosa può esserci di meglio?

Scegliere un buon materasso è il regalo più bello che possiamo fare alla nostra schiena e al nostro collo, oltre che alla nostra salute...

Cane Lingua Blu, che razza è? Prezzo, allevamenti, carattere, alimentazione

Cane ciao ciao: chow chow cucciolo Il cane chow chow è una delle razze di cani cinesi più antiche ed è per questo difficile risalire...

Prurito acquagenico, come si manifesta? Sintomi, cure, abbronzatura, linfome

Allergia all'acqua: prurito dopo doccia Il prurito dopo la doccia acquagenico è un disturbo, riconosciuto per la prima volta negli anni ottanta, che consiste nel...