bonus bebè 2023: requisiti, pagamenti, la proroga

L’Assegno di Natalità, più comunemente Bonus Bebè, consiste in un assegno concesso alle famiglie per la nascita di un figlio, o in caso di adozione e affidamento preadottivo. A seguito di rimodulazioni, per il 2021 il bonus era previsto con pagamenti mensili fino al compimento di un anno di vita del bambino.

Per applicare il principio dell’accesso universale alla prestazione, è stato previsto anche in assenza di ISEE.

Bonus bebè e Assegno Unico

Con la Legge di Bilancio 2022, il Governo ha cancellato tale misura di sostegno al reddito, sostituendola di fatto con la misura dell’Assegno Unico che, in realtà, ha finito per inglobare l’Assegno di Natalità.

Resta salvo il diritto a percepire il bonus per i nuovi nati entro dicembre 2021 fino al compimento di un anno, quindi anche nel 2022.

La proroga per il 2023

Un po’ a sorpresa è giunta la decisione di prorogare la misura anche successivamente all’introduzione dell’Assegno Unico ma non per tutti.

Di fatto l’Inps ha dovuto allinearsi alla sentenza della Corte Costituzionale che ha disposto l’incostituzionalità delle norme che impedivano l’accesso al beneficio da parte degli extracomunitari non in possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo.

Dunque, solo costoro, precedentemente esclusi dalla misura, potranno accedere al beneficio anche oltre la scadenza prevista.

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker