Please wait..

Orca: attacca l’uomo, vs squalo, dimensioni

Orca: storia e dimensioni

Il peso di un maschio di orca può arrivare fino a 6 tonnellate, mentre il peso di una femmina si aggira intorno alle 4 tonnellate. La lunghezza è generalmente di 6-8 metri per il maschio e 5-7 metri per la femmina, il più grande esemplare maschio misurato raggiungeva la lunghezza di 10 metri e il peso di 10 tonnellate, mentre l’esemplare femmina più grande pesava 7,5 tonnellate ed era lunga 8,5 metri.

L’orca è un mammifero marino appartenente alla famiglia dei delfinidi. Il distacco filogenetico in una specie autonoma è avvenuto, secondo i tassonomisti, circa 5 milioni di anni fa. Le orche si trovano in tutti i mari e in tutti gli oceani del mondo, dalle fredde regioni artiche e antartiche, fino ai mari tropicali. Hanno una dieta molto ampia, anche se singole popolazioni sono specializzate in particolari tipi di prede. Alcune si nutrono esclusivamente di pesci, mentre altre cacciano uccelli e pinguini, mammiferi marini come leoni marini, foche, balene e delfini.

Le orche sono considerate dei superpredatori all’apice della piramide alimentare, non hanno infatti dei predatori naturali. Presentano tecniche di caccia e di comunicazione che spesso sono tipiche di una singola popolazione e le stesse vengono tramandate da un individuo all’altro.

La IUCN non ha ancora valutato lo stato di conservazione attuale dell’orca perché i dati sono insufficienti a causa della probabilità che due o più tipi di orche siano specie separate. Alcune popolazioni locali sono considerate minacciate o in pericolo a causa della distruzione del loro habitat, dell’inquinamento, della cattura per il loro utilizzo nei parchi marini e per i continui conflitti con i pescatori.

Orca vs squalo

Le orche killer sono considerate gli assassini più potenti dell’oceano, capaci di abbattere prede enormi come le balene – da cui il loro nome – e persino i grandi squali bianchi. Infatti, le loro strategie di caccia sono ampiamente attribuite alla causa dell’estinzione del più grande squalo mai vissuto, il megalodonte. Si ritiene che le orche abbiano eliminato questo feroce predatore per proteggere i loro piccoli e le loro scorte di cibo. Dato quello che sappiamo sulle orche, sarebbe da incoscienti non considerarle pericolose. Sono forse gli assassini più efficienti del regno animale.

Orca attacca uomo

Ci sono solo quattro decessi causati dalle orche registrati, tutti avvenuti in parchi a tema. Questi sono habitat innaturali in cui gli animali sono esposti a grandi quantità di stress e decadimento mentale. La loro mentalità è compromessa. Molti degli incidenti registrati riguardano animali che sono diventati improvvisamente aggressivi, senza causare morti.

Le orche selvatiche non hanno mai ucciso una persona. Negli ultimi 100 anni, ci sono stati un totale di sette incidenti degni di nota. In alcune occasioni, l’orca ha usato strategie di caccia per rovesciare le barche o almeno tentare di farlo. Nessun uomo è stato ferito dopo che le barche sono state attaccate. L’attacco più notevole in natura riguarda un uomo  morso mentre faceva surf; probabilmente un caso di errore di identità simile agli attacchi accidentali degli squali. Infine, una volta un uomo è stato trascinato sott’acqua per 40 secondi da una balena assassina. L’animale non stava cercando di annegare l’uomo, ma di rubare i gamberi che aveva preso e messo in una borsa legata al suo braccio. Nel tentativo di rubare la borsa, l’orca ha tirato giù l’uomo con essa. Le orche selvatiche non attaccano le persone. Nuotare con le orche non è considerata un’attività pericolosa. Mentre questi non sembrano costituire una minaccia per le persone.

 

Autore

Show More

Related Articles

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker