Utili contro tumori e per perdere peso: sono fra i benefici che apportano le arance e che nessuno fino ad oggi si aspettava. Da sempre le famiglie italiane si affidano alla dieta mediterranea non solo per l’appetibilità di alcuni piatti. Ma anche per le loro proprietà. Durante l’inverno, per esempio, consumiamo cibi di stagione, anche frutta secca e agrumi. L’arancia però rimane la regina in tavola e punto di raccordo fra sapore e salute. Ma davvero conosciamo tutti i benefici di questo alimento?

Storia delle arance, viaggio dalla Cina alla Sicilia

L’arancia (o arancio, come l’albero da cui proviene) si propone anzitutto in una duplice varietà: dolce e amara. La sua storia, è il caso di dirlo, affonda le sue radici in quell’incrocio occorso più di 4000 anni fa tra il mandarino e il meno conosciuto pomelo. Entrambi appartenenti alla famiglia delle Rutaceae.

Le più accurate testimonianze storiche rimandano la provenienze del frutto ibrido nelle zone della Cina e del sud est asiatico. Questo prima di essere importato in Europa dai marinai portoghesi durante il secolo 1400.

Altre fonti, invece, svelano la provenienza del frutto agrume proprio in Italia. Alcuni testi romano-antichi del I secolo certificano la sua coltivazione nell’assolata Sicilia dove veniva chiamata melarancia. Fu proprio il nome a insospettire i maggiori esperti al punto da formulare l’ipotesi che l’albero delle arance fosse giunto nelle nostre zone via terra e non via mare.

Attraverso la famosa via della seta, la coltivazione avrebbe preso il via ufficialmente nella regione del Sud Italia dove divenne un’istituzione. E anticipando quindi di molti secoli la scoperta dei portoghesi.

Arance, ecco tutti i benefici che apportano 

Senza nulla togliere ad alcuni “rivali” come il kivi, le arance costituiscono ad oggi uno dei rimedi naturali migliori per combattere i malanni dell’inverno, come il raffreddore. Grazie al suo importante apporto di vitamina C ci attesta come l’alleato fondamentale per il sistema immunitario di grandi e piccini.

Il mix aggiuntivo di sostanze come vitamina B1, potassio, calcio e acido folico contribuiscono alla carica quotidiana di energia e alla buona digestione. Inoltre, il consumo costante si succo di arance aiuta a scongiurare il rischio di eventuali calcoli renali e malattie cardiache.

Fra i benefici più incredibili del frutto arancione è senz’altro degni di nota la sua particolare capacità di impattare positivamente sul metabolismo. Favorendo dunque il percorso di un buon dimagrimento. Inoltre, numerose ricerche hanno confermato che nel corso del tempo un costante consumo di arance apporta miglioramenti agli occhi e alla vista.

In aggiunta, gli studi più recenti hanno certificato un’altra importante capacità del frutto agrume. Quella di proteggere l’organismo umano dall’insorgenza di molteplici forme tumorali. Non ultimo, l’arancio si dimostra anche un alleato contro il colesterolo. Grazie all’alta concentrazione di fibre, mangiata intera o in spremuta è in grado di indurre una sensazione di sazietà utile alla dieta e alla salute.

Uno dei consumi maggiormente consigliato dai nutrizionisti per il consumo di questo alimento è nelle insalatone di lattuga, insieme ad altri colleghi come l’avocado e le noci.