In Val Vertova tra ruscelli e cascate

Sabato 20 marzo 2020 non perdete l’escursione organizzata dall’Associazione Gite in Lombardia in Val Vertova, alla scoperta dei suoi ruscelli e cascate. A fare da guida ci sarà Marco Rampinelli, appassionato di Scienze Naturali. Qui, avrete la possibilità di conoscere specie di piante particolarmente caratteristiche, come quella carnivora, e – con un po’ di fortuna – scorgere qualche animale tipico di questo sottobosco.

Si ricorda che per prendere parte all’iniziativa è necessario iscriversi tramite il portale di riferimento sul sito ufficiale www.associazione.giteinlombardia.it, dove vi sarà chiesto di confermare il Regolamento di escursione e di pagare la quota prevista.   

Vi segnaliamo che, in totale, il gruppo dovrà essere composto da un MAX di 20 persone e un MIN di 7. In caso le persone fossero meno di 7 la gita non avrà luogo.   

Orario di inizio   

La camminata inizierà alle ore 09:15, presso via Cinque Martiri, Val Vertova. La fine dell’escursione è prevista per le ore 16:30 

Costo per partecipante   

15 euro (solo soci)    

Tipologia di percorso   

Lunghezza: 8 km | Dislivello 200 m | Difficoltà: Facile

Cosa portare   

  • Scarponcini da montagna   
  • Bastoni da trekking
  • Pranzo al sacco     

N.B. Infine, ricordiamo che, in caso di brutto tempo (pioggia) la passeggiata verrà annullata. In questo caso, le persone saranno avvertite via WhatsApp o mail il giorno prima e saranno prontamente rimborsate. 

Val Vertova

La Val Vertova è una piccola valle, situata nel comune omonimo, in provincia di Bergamo. 

Questa valle, che nasce tra i monti CavleraSuchello Alben e si sviluppa sulla destra orografica della Valle Seriana per una lunghezza totale di quasi 12 chilometri, è considerata uno dei luoghi più suggestivi e naturalisticamente rilevanti dell’intera provincia. 

La caratteristica principale è data dal microclima in essa presente: correnti d’aria fresca rendono il clima gradevole anche nei giorni più caldi dell’anno, fattore che favorito lo svilupparsi di specie animali e vegetali endemiche. La vegetazione è quindi caratterizzata dalla presenza di diverse specie di alberi: numerosi sono frassini, aceri, faggi e carpini neri, con alberi da frutto che producono castagne, ghiande e nocciole. Sulle pendici più scoscese ed esposte al sole, a monte della vallata, si trovano arbusti e prati. 

Tanti anche gli animali presenti: in primis plecotteri ed efemerotteri, ma anche tricotteri, ditteri e planarie, piccoli insetti invertebrati che sono alla base dell’ecosistema, dato che di essi si nutrono gli animali vertebrati più grandi, e molto importanti anche perché considerati “indicatori biologici”, dato che, risentendo di ogni minima variazione climatica, attestano l’integrità climatica della zona. 

Nella valle sono presenti vertebrati caratteristici come il merlo acquaiolo, il toporagno d’acqua, la salamandra pezzata ed il tritone crestato. Sono inoltre presenti esemplari di picchio muratore e di capriolo.